30 ottobre 2016. Ogni singola vallata della nostra bella provincia serba posti incantevoli in ogni stagione dell’anno, ma l’autunno le batte tutte per l’esplosione di colori caldi prima dello spoglio del fogliame in vista dell’inverno.

Per questo motivo oggi vogliamo approfittare della bella giornata tornando in valle Maira con una facile escursione per osservare il fugace fenomeno del “foliage”.

Il luogo da noi scelto è il percorso che da Ussolo (1337 m) conduce alla capanna Ussolo (1830 m), vecchia costruzione adibita a rifugio, oggi non più utilizzabile.

Lasciata l’auto nel parcheggio di fronte alla chiesa, seguiamo per un breve tratto la strada asfaltata che prosegue sulla destra della chiesa. Al primo bivio prendiamo la stradina che sale a sinistra e che presto diventa un sentiero. Dopo aver percorso poche decine di metri, ad un bivio, proseguiamo a destra (al ritorno torneremo da sinistra) portandoci verso i tornanti della strada che sale alla borgata Vallone che intersechiamo per due volte prima di raggiungerla.

Tra le case del borgo riprendiamo sulla sterrata che dolcemente prosegue oltre attraversando verdi prati attorniati da ciliegi rosseggianti, betulle, ecc.

La strada oltre la borgata Vallone

Una curva verso sinistra ci introduce in un viale alberato, poi prosegue lasciando a destra il sentiero dei percorsi occitani che si dirige verso San Michele di Prazzo e Elva.

Inizio del viale alberato

Immagini del foliage dal viale alberato

Proseguendo la salita

Colori con lo sfondo di costa Chiggia

Proseguiamo oltre sotto alcune paretine rocciose lasciando in basso a sinistra la grangia Draio (1531 m). La strada svolta poi verso destra regalando un bel panorama che guarda il vallone di Unerzio e il monte Midia (2341 m).

Grangia Draio

Borgata Vallone

Salendo verso grange Podio

Poco più avanti, nei pressi di un pilone votivo, ci avviciniamo al nutrito gruppo delle grange Podio (1627 m). Seguendo la sterrata che prosegue sotto gli sguardi dell’ardita punta della Lausa (1968 m) risaliamo fino alle grange del Passo (1707 m), buon punto per l’osservazione del foliage nel vallone che si estende tra la punta Culour (2068 m) e la rocca di Ciarm (2237 m) raggiungendo, dopo alcune dolci curve, il bel pianoro che ospita le grange Chioligiera (1771 m).

Vedute da grange del Passo

Salendo verso grange Chioligiera e il rosso dei ciliegi

Sguardo nel vallone a sinistra della strada

La strada che prosegue dalle grange del Passo

Grangia Chioligiera

Proseguiamo oltre, e poco dopo aver affiancato una presa per l’acqua svoltiamo a destra sulla traccia che porta verso la soprastante località Grangette dov’è ubicata la capanna Ussolo (1830 m).

In alto a sinistra la rocca di Ciarm (2237 m)

Da Capanna Ussolo (località Grangette) sguardo verso punta Culour

Tornati nuovamente sulla sterrata la seguiamo in discesa fino alle grange del Passo.

Nuovamente in discesa verso grange del Passo

Baite tra i colori

Poi nuovamente in discesa verso le grange del Podio dove, nei pressi di un tornante (a valle di un pilone votivo) abbandoniamo la sterrata per seguire a destra un sentierino di discesa (segnalazione per Ussolo e Prazzo Superiore) che con diverso e piacevole percorso tra i ginepri ci riporta direttamente tra le case di Ussolo.

Dal sentiero dei ginepri discesa verso Ussolo

Cartografia indispensabile

Carta n. 111, 1:25.000Carta n. 111, 1:25.000, Valle Maira, Acceglio, Brec De Chambeyron, Istituto Geografico Centrale
Vedi su Amazon →
Chaminar en Bassa/Auta Val MairaChaminar en Bassa/Auta Val Maira, 1:20.000, Bruno Rosano.

Letture consigliate

I più bei sentieri della provincia di CuneoCarlo A. Mattio, 2009, I più bei sentieri della provincia di Cuneo, Blu Edizioni
Vedi su Amazon →
Scarica la traccia GPX per il tuo GPS (cos’è?):

Declinazione di responsabilità

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, etc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente.