Venerdì 2 dicembre 2016. Abbiamo scelto una tranquilla e panoramica escursione in valle Maira con partenza da Lausetto (1510 m); volendo potremmo ancora proseguire con l’auto fino a Colombata ma preferiamo fermarci qui. Dal parcheggio guardando in direzione est è già visibile lo sperone roccioso meta dell’odierna escursione. Ci incamminiamo nel vallone di Traversiera superando, poco dopo, la borgata di Colombata (1585 m).

La strada raggiunge dopo 1,2 km circa il ponte che attraversa il rio Mollasco. Passiamo sulla sponda opposta (indicazione sentiero Prando) e in breve raggiungiamo le vecchie case della grangia Durazza Sottana (1674 m).

Verso la grangia Durazza sottana

Proseguendo oltre

Proseguendo poche centinaia di metri dopo entriamo in una pineta lasciando appena prima dell’uscita un sentiero a destra di discesa diretto ad Acceglio.

Ingresso in pineta

Un po’ oltre

Poco prima dell’uscita dalla pineta

Oltre la pineta ci troviamo sul margine della grangia Serri sottana (1766 m).

Salendo dalla grangia Serri sottana

La sterrata prosegue eseguendo ampie curve verso l’alto scostandosi leggermente dalla grangia Serri mediana lasciando al termine di esse, a sinistra, il percorso diretto (palina) alle grange Verzio e al passo delle Brune (2846 m).

Zoom panoramico sulla parte alta della valle Maira

Dalla grangia Serri mediana

Proseguendo verso est raggiungiamo in breve la grangia Serri soprana (1883 m) e poco oltre due baite ristrutturate poste in posizione molto panoramica.

Acheni di rosa canina

In avvicinamento alle due baite ristrutturate

Presso le baite

Qui termina la strada. Lasciato a destra un piloncino proseguiamo il cammino in leggera ascesa tagliando le basse propaggini nevose della rocca di Ciarm (2237 m) quindi, con percorso a rientrare, svoltiamo più avanti verso destra per raggiungere la cima della Madonnina sulla quale è posto un piloncino con statuetta della Madonna ed una croce in legno (5,4 km circa dalla partenza).

Con percorso a rientrare svoltiamo verso la punta della Madonnina

Ultimo tratto

Sulla croce compare una dicitura: erroneamente dice che ci troviamo sulla punta Culour. La vera punta Culour è visibile invece a nord-est ad una distanza di 600 metri ed è quotata 2068 m.

Piloncino con la statuetta della Madonnina

Croce di vetta

Punta Culour (la seconda punta rocciosa da sinistra a destra)

Siamo di fronte al vallone di Unerzio e al monte Midia (2341 m). Verso ovest sono invece presenti le cime dell’alta Valle Maira mentre a nord-ovest spicca la cima del Cervet (2981 m).

Da qui è anche visibile la cappella della Madonna delle Grazie (1990 m) nel vallone di Traversiera. La giornata splendida ci convince a rimanere qui per consumare il pranzo, in compagnia di un camoscio che ci gira intorno.

Riprendiamo più tardi il ritorno verso Lausetto ripercorrendo, con eccezione di qualche taglio, il percorso dell’andata.

Nuovamente in discesa

Chiesetta di San Maurizio (presso Lausetto)

Cartografia indispensabile

Chaminar en Bassa/Auta Val MairaChaminar en Bassa/Auta Val Maira, 1:20.000, Bruno Rosano.
Scarica la traccia GPX per il tuo GPS (cos’è?):

Declinazione di responsabilità

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, etc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente.