Garmin presenta i nuovi fēnix 5: ecco caratteristiche, prezzi e disponibilità

Come avevamo previsto nella guida all’acquisto del miglior GPS outdoor, Garmin ha presentato al tradizionale appuntamento al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas i nuovi fēnix, chiamati, come già era trapelato nei giorni scorsi, fēnix 5 (il numero 4 pare sia stato saltato perché la pronuncia fonetica in Giapponese si traduce in modo poco felice).

I modelli sono diventati tre, ciascuno disponibile in più varianti e finiture: fēnix 5S, dalle dimensioni pensate per i polsi più piccoli e sottili (cassa da 42mm), fēnix 5, dalle dimensioni intermedie (cassa da 47mm), e fēnix 5X, il primo cartografico della famiglia (cassa da 51mm). I primi due sono disponibili sia in vetro normale sia, con un sovrapprezzo di 100€, in vetro zaffiro (che assicura superiore resistenza a urti e graffi), il terzo solo in quest’ultimo.

garmin-fenix-5

I prezzi di listino purtroppo sono altissimi, tanto da far apparire “economico” l’Apple Watch (recensione):

In questa tabella abbiamo riassunto le differenze tra i vari modelli:

 fēnix 5Sfēnix 5S Sapphirefēnix 5fēnix 5 Sapphirefēnix 5X Sapphire 
Cassa42mm42mm47mm47mm51mm
Schermo1,1"1,1"1,2"1,2"1,2"
Risoluzione218×218218×218240×240240×240240×240
Peso67 g67 g85 g87 g98 g
VetroNormaleZaffiroNormaleZaffiroZaffiro
Impermeabilità10 ATM10 ATM10 ATM10 ATM10 ATM
Autonomia batteria con GPS attivo13 ore13 ore24 ore24 ore20 ore
Sensore HR
AntennaEXOEXOEXOEXOEXO
Memoria interna64 MB64 MB64 MB64 MB12 GB
CartografiaNoNoNoNo
ANT+
Bluetooth LE
WiFiNoNo
Altimetro barometrico
Bussola a 3 assi
Giroscopio
Connect IQ2.x2.x2.x2.x2.x
Prezzo base599,99 € (vedi su Amazon)699,99 € (vedi su Amazon)599,99 € (vedi su Amazon)699,99 € (vedi su Amazon)749,99 €

Tutti questi modelli saranno disponibili a partire da marzo 2017.

Che cosa cambia rispetto ai precedenti fēnix 3? Uno schermo con più colori (64 al posto di 16), una migliore durata della batteria, il supporto a Connect IQ 2.x, un nuovo connettore per la ricarica e il collegamento al computer (che Garmin ha dichiarato verrà utilizzato su tutti i suoi nuovi smartwatch eliminando l’attuale frammentazione), la presenza del giroscopio e un nuovo sensore HR (presente su tutti). Da segnalare la rimozione del supporto WiFi per i modelli non dotati di schermo Sapphire.

Inoltre, oltre ad ANT+ troviamo il supporto alla connettività Bluetooth Smart per collegare sensori esterni (per il momento solo fasce cardio). Si tratta di una gradita aggiunta che segnala una prima apertura di Garmin verso questo standard.

La novità più interessante è tuttavia prerogativa del fēnix 5X, ovvero il supporto alla cartografia grazie alla memoria da 12 GB presente nel dispositivo. Saranno precaricate le stesse Topo Active già viste sull’eTrex Touch 35 (recensione) oltre alle Cycle Map, entrambe basate sulle OpenStreetMap.

I vari fēnix 5 possono essere abbinati a cinturini in silicone, pelle e metallo a seconda delle preferenze personali e possono essere sostituiti facilmente grazie ad un sistema di aggancio e sgancio rapido.

Valerio Dutto

Ha fondato Cuneotrekking insieme a Elio nel 2007. Ingegnere informatico, appassionato di montagna, di sport all'aria aperta e di tecnologia, si occupa della parte tecnica di Cuneotrekking, delle recensioni e delle guide.

Prossimo 15 trucchi e consigli per sfruttare al meglio l'app gratuita OruxMaps

Precedente Intervista a Enrico Testa, il fotografo della valle Varaita

Commenti (5)

  1. enrico martino


    Ciao sono indeciso se comprare il fenix 5 o l’Apple iWatch o addirittura tutt’altro (edge 1000, per esempio). Come vedete, non me ne intendo proprio. Ho letto la vostra recensione dell’iWatch, nonostante ciò vorrei chiedervi un ulteriore consiglio. l’iWatch mi tenta sopratutto perché ho già un iPhone e un Mac. L’orologio mi servirebbe per i seguenti motivi: mappare i percorsi quotidiani e salvarli sul mio mac, scaricare mappe sull’orologio per provare nuovi percorsi (( ora c’è l’app Strava, andrebbe bene?), e monitorare la mia attività cardiaca. Non sono un vero sportivo, semplicemente mi piace camminare o pedalare in mtb un paio d’ore al giorno sulle mie montagne. Potete consigliarmi?


  2. 3 cose completamente differenti ….
    iWatch non lo prenderei nemmeno in considerazione perchè devi avere sempre il cellulare dietro (iPhone) e davvero ti porteresti l’iPhone in giro magari correndo / camminando con il rischio di romperlo o bagnarlo con un acquazzone? non credo .. poi l’iWatch a mio pare è solo moda e nient’atlro!
    L’Edge è prettamente per uso ciclistico, molto bello ma molto diretto a quel tipo di utilizzo.
    Il Fenix bhe questo è davvero completo ….. puoi usarlo con il cellulare se vuoi attivare il live tracking cosa che uso spesso e volentieri. Ha tutto integrato (GPS/altimetro) quindi puoi usarlo anche senza cellulare. E’ multisport quindi ha anche la sezione riservata alla bici, nuoto, etc.
    Facendo un po di tutto no navrei dubbio nel scegliere un Garmin … che poi questo sia l’ultimo fenix che dovra uscire o il modello precedente


  3. Sul Fenix5x è possibile installare le normali mappe openmtb?


  4. Posso usare il cardio di fenix 5 come sensore per l’edge 1000?


  5. Fenix 5. Dalle recensioni di della serie 5 non è chiaro se il modello 5 può utilizzare o meno le mappe (anche open).
    La descrizione del 5x riporta ” primo cartografico con mappe precaricate”. Significa che è l’unico cartografico oppure che lo sono anche 5 & 5S ma le mappe sono caricate/acquistate successivamente?
    Grazie per aiuto

Il tuo commento