Anello di Fontana Cappa

Commenti (10)


  1. Complimenti, come al solito una descrizione perfetta con foto splendide per una gita che farò sicuramente.

    • Cuneotrekking


      Ciao Aldo, grazie per i complimenti. Quando l’abbiamo fatta, qualche giorno fa, non c’era quasi più neve. Ora bisognerà attendere un pò di tempo per rifarla perchè la zona attorno al Colle Bercia presenta rischi di valanghe.
      Ciao, Elio


  2. Giro veramente eccezionale per varietà di percorso e bellezza del paesaggio. Confermo alcuni punti un po’ franosi, anche se ovviamente a questa stagione non c’è neve.

    Indispensabile la traccia gpx visti gli innumerevoli bivi che si presentano… sbagliato strada un paio di volte!

    Sono curioso di capire che monte si staglia dietro di me quando percorro il tratto più alto di questo percorso… è la Bisalta?

    complimenti per il sito e per le belle escursioni che affronti. Giro comunque abbastanza impegnativo, anche se non presenta alcuna difficoltà.


    • Ciao Lorenzo, ti confermo subito che il monte alle tue spalle è proprio la Bisalta. Riguardo al percorso non è stato facile per me descriverlo, visto le tante biforcazioni che si incontrano. Mi pare di capire che l’hai fatto anche tu col GPS. Ciao e grazie per i complimenti.


  3. Sì… senza gps penso avremmo avuto difficoltà. I sentieri di per sè sono evidenti, ma ci sono appunto molte ramificazioni ed è un attimo trovarsi fuori sentiero!

    Comunque l’abbiamo fatto proprio oggi!


  4. Ciao, vorrei fare questa gita domenica prossima (3 marzo) , sarà fattibile senza racchette o c’è ancora troppa neve?


    • Ciao Michele. Data l’esposizione a nord un po’ di neve la troverai ma non penso siano indispensabili le racchette da neve. Ciao e buona escursione!


  5. Buongiorno, non sono in possesso di GPS, l’anello è fattibile anche senza?
    Grazie mille


  6. Una precisazione leggendo la descrizione del percorso di questa gita:
    Quella che indicate come Cima Croce cioè il Rucäs per noi bovesani… è un termine inesistente, forse frutto di qualche errore su qualche moderna cartina della zona da voi consultata (ne sono tutte infarcite)….
    In realtà è indicata sulla cartografia IGM al 25 mila (queste sì sono belle carte anche se sono state realizzate più di un secolo fa….) col nome di Cima Croè ( …e non Cima Croce!) …. il termine ha avuto origine da un altro nome del Rucäs conosciuto un tempo dai vecchi di Castellar e cioè Bèch Crüvlé che significa roccia / becco della crüvèla (crüvèla= gheppio)

Il tuo commento