Capanna Ussolo

Commenti (3)

  1. Mattia Bertero


    …E il vento fa il suo giro e prima o poi ogni cosa ritorna…
    Ogni volta che sento parlare di Ussolo (paese utilizzato per le location della pellicola) penso a questo film che amo tantissimo.
    Un’escursione del genere l’avevo fatta con Silvia l’autunno scorso al Bosco dell’Alevè da Alboin verso il Rifugio Bagnour, come voi cercavamo un qualcosa di non complicato per gustarci i colori autunnali.
    Quella volta la gita è stata stupenda.
    Proprio vero: ci sono tanti angoli della nostra provincia dove si può assaporare la bellezza della montagna in ogni stagione.
    Un saluto.


    • Ciao Mattia. Proprio durante questa escursione ho incontrato un signore emiliano che faceva lo stesso percorso nostro con la figlia di dieci anni già appassionata della montagna. Scambiando qualche impressione mi disse di quanto siamo fortunati a vivere in questi posti così meravigliosi ma ancora integri. Nulla a che vedere con il Trentino, che ha frequentato spesso, dove i paesaggi ti lasciano senza parole ma che ora hanno preso le sembianze di un circo.

      • Mattia Bertero


        Ci sono stato anch’io in Trentino ed quel signore ha perfettamente ragione: montagne bellissime, con panorami talvolta completamente diversi a qualsiasi che abbiamo qui, una grandissima pulizia e cura di un qualsiasi bosco o versante incontrato. Purtroppo il Trentino si basa principalmente sulla montagna in ambito turistico con conseguenze a volte devastanti, mi ricordo a Misurata dalle Tre Cime di Lavaredo, bellissimo ma davvero troppa gente, per non parlare anche nel percorso che ti permette di far il giro intorno ad esse, un caos inimmaginabile che in confronto quello che incontri nelle nostre escursioni più famose nei periodi migliori come verso i Rifugi Genova e Quintino Sella fa davvero ridere… Anche la salita in macchina al Passo dello Stelvio fu molto bella ma sembrava di stare al mercato di Martedì di Cuneo arrivati in cima.
        Tutta la bellezza e lo spirito della montagna si perde totalmente.
        Infatti il Trentino mi era piaciuto molto e la gente incontrata del posto era davvero molto gentile ma mi sono mancate appunto le montagne, abituato alle nostre zone non così sfruttate
        Le nostre montagne comunque sono molto famose anche tra gli stranieri: quanti Tedeschi, Francesi, Svizzeri che incontro durante le mie gite ed anche loro hanno montagne da vendere come quantità…

Il tuo commento