Elio sulla cima della Rocca Nera

Commenti (4)

  1. marco cravè


    E’sempre uno spettacolo stupendo il “nostro” Monviso !
    Intristisce sapere che sia anche parecchio fragile: le scariche di rocce si susseguono molto frequentemente. Temo che, se nulla cambia a livello climatico, fra alcuni decenni il suo profilo sarà mutato notevolmente.
    In merito a questa gita, vale la pena dare un’occhiata a borgata Paschiè,
    c’è un sentiero che la collega con la strada sottostante, come si evince ingrandendo la mappa da voi pubblicata; quest’ultima, noto, è molto ben dettagliata: sono presenti sentieri desueti e poco segnalati, ma che possono offrire una valida alternativa a quelli “strabattuti”.
    Ciao


    • Grazie Marco per la dritta. Ciao.

    • Alessandra Cardone


      Buongiorno, vorrei fare una domanda, sebbene sia un po’ stupida:
      In primavera inoltrata e estate, facendo questo percorso si trovano tratti innevati (quindi necessarie le racchette da neve) oppure no?


      • Ciao Alessandra. E’ quasi impossibile trovare ancora neve (a meno di un evento straordinario) in quel periodo, quindi non servono le racchette da neve. Ciao

Il tuo commento