Escursione con racchette da neve alle Grange Lauset, 1975 m – Valle Maira

Le grange Lauset sono ubicate in un’ampia zona prativa del vallone di Marmora, sulla destra orografica della strada che conduce al Colle d’Esischie. Sono un ottimo punto intermedio per le salite al Bric dell’Uliveto (2415 m), alla Punta Tempesta (2679 m) e alla Punta Sibolet (2584 m).

  • Ascesa: 550 m circa
  • Distanza: 11,3 km circa
  • Altitudine partenza: 1.524 m
  • Altitudine massima: 2.069 m
  • Difficoltà: E (Escursionisti)
  • Sul percorso: grangia
  • Equipaggiamento: racchette da neve
  • Ad anello: No
  • Partenza: Indicazioni stradali

Per raggiungere il punto di partenza occorre, da Dronero, salire lungo la Valle Maira fino a Ponte Marmora. Nei pressi della Centrale ENEL, si svolta a sinistra sulla strada che conduce a Canosio. Poco prima del paese si prende, ancora a sinistra, la deviazione per Marmora. Lungo la strada occorre seguire i cartelli per Colle d’Esischie e borgata Tolosano (1516 m). Parcheggiamo l’auto all’entrata della borgata.

Oggi, lunedì 23 dicembre 2013, mi trovo qui con Valerio, Martino e Marco.

L’intenzione odierna è di salire sul Bric dell’Uliveto (2415 m). Ci mettiamo fin da subito le ciastre portandoci sulla strada, posta sopra la borgata, che prosegue per il Colle d’Esischie. Poco dopo affianchiamo uno chalet molto ben ristrutturato (fontana sul lato opposto), iniziando una lunga marcia in direzione sud.

L’ampia strada prosegue tranquillamente per il vallone, con vista sul Monte La Bianca (2744 m), tra bellissimi boschi di larici fin verso la grangia Ischia Sottana (1681 m), posta nel versante opposto, poi segue alcuni dolci tornanti innalzandosi rapidamente fin nei pressi della grangia della Pieccia (1896 m).

Poco prima lasciamo, a sinistra, la deviazione che conduce verso un vallone laterale, in direzione delle grange dell’Oliveto (2172 m) e della Punta La Piovosa (2602 m).

Superata la grangia della Pieccia proseguiamo innalzandoci gradualmente fino al bivio (cartello Gias Lauset). Svoltiamo a sinistra, trovando, sul pianoro, le grange Lauset.

La nostra intenzione è quella di proseguire verso il Bric dell’Uliveto, molto ben visibile da dove ci troviamo. Tra le case seguiamo una traccia che sale ad est nella sua direzione. Saliamo per un centinaio di metri poi ci accorgiamo che uno dei nostri è rimasto molto indietro e sta trafficando nella neve.

Aspettiamo una decina di minuti per vedere se ricomincia a salire. Sembra abbia dei problemi. Un po’ preoccupati decidiamo di non proseguire ma tornare indietro per verificare il problema. Scopriremo che era dovuto alla rottura di un aggancio delle ciastre. Per solidarietà decidiamo quindi di lasciar perdere la salita che ci eravamo proposti e fermarci presso le grange.

Il posto è splendido e da queste splendide grange possiamo ammirare il paesaggio che si spinge fino al Chersogno (3024 m), al Pelvo d’Elva (3061 m) e al Monviso (3841 m).

Più tardi riprendiamo la discesa ripercorrendo le orme del mattino.


Elio Dutto

Profondo conoscitore delle montagne cuneesi, scrive su Cuneotrekking.com dal primo giorno. Instancabile camminatore ama la montagna in tutte le stagioni.

Commenti (2)

  1. Roberto Brunilde


    Bravi e bellissime foto

Il tuo commento

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, ecc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente.