Il sentiero dei ciclamini – Valle Maira

Novità Sui sentieri con Cuneotrekking

Sui sentieri con Cuneotrekking

23 suggestive escursioni dalla valle Pesio alla valle Maira

16,00€ (spedizione gratuita)
Tutti i dettagli

Questo giro ad anello, molto ben esposto al sole, parte dal centro di Macra (875 m) e va a toccare in sequenza le borgate: Langra, Caricatori (997 m), Camoglieres (992 m), Villar per tornare nuovamente a Macra. In particolare tra Caricatori e Camoglieres si acquista quota (fino a circa 1100 m) e si gode di uno splendido panorama. Per iniziare il percorso si può lasciare l’auto nel piazzale davanti al municipio di Macra.

Il percorso non presenta alcuna difficoltà e può essere affrontato con normali scarpe da trekking anche perchè il dislivello è piuttosto contenuto. Il sentiero è facilmente individuabile se si seguono gli ottimi cartelli segnaletici e le tacche, a volte gialle, a volte lilla, riportate a breve distanza l’una dall’altra. Tempo di percorrenza: indicativamente 2 ore e mezza per l’intero anello (ma di buon passo basta 1 ora e mezza).

Dati tecnici

  • Ascesa: 250 metri circa
  • Distanza: 6,9 km circa
  • Altitudine partenza: 875 metri
  • Altitudine massima: 1.100 metri
  • Difficoltà: T (Turistico)
  • Sul percorso: Altro, Borgata
  • Ad anello:
  • Partenza: Indicazioni stradali

Aggiornamento del 5 luglio 2016: abbiamo preparato una descrizione più completa del percorso che è disponibile qua.

Uno scorcio del sentiero

Discesa verso Camoglieres (che si intravede al centro della foto)

Panorama verso Macra

Abbiamo sentito parlare di questa escursione per la prima volta a maggio, quando Daniele Piacenza, sul suo sito, ha pubblicato alcune belle foto che ci hanno incuriosito.

Facendo una rapida ricerca in rete abbiamo trovato una descrizione completa ed accurata del percorso nientedimeno che sul sito Web del comune di Macra. Probabilmente il posto più appropriato in cui aspettarsela, ma allo stesso tempo il meno ovvio. (Peccato che così pochi comuni cerchino di rendere davvero interessante il proprio sito: in genere, dopo averlo realizzato, si “scordano” di riempirlo con informazioni utili ed aggiornate.)

Per non rovinare il piacere al lettore escursionista, questa volta non descriveremo l’intera gita, ma riporteremo solo alcuni punti significativi:

  • Il sentiero è sempre facilmente individuabile seguenti cartelli segnaletici e tacche lilla (che non a caso è proprio il colore dei fiori che danno il nome al percorso). L’unica perplessità l’abbiamo avuta a Camoglieres (992m), dove non è scritto in modo visibile che occorre entrare verso l’interno della borgata poco a valle del bivio per la via ferrata.
  • Di tanto in tanto si trovano alcuni interessanti pannelli informativi che riportano curiosità sulle principali varietà botaniche e arboree che popolano la zona.
  • E’ possibile far rifornimento d’acqua alle fontane di Macra, Borgata Caricatori, Camoglieres e Borgata Villar.
  • Il percorso, in particolare nel tratto tra Borgata Caricatori e Camoglieres, è molto panoramico. Il miglior scorcio lo si ha probabilmente poco oltre la metà del percorso presso un pilone (1060 m) a picco su Macra.

Il pilone dal quale si gode il miglior panorama

L’escursione è stata compiuta da Noemi e Vale domenica 28 settembre 2008. La scelta di svolgerla nella stagione autunnale è stata particolarmente azzeccata per i bellissimi colori della vegetazione.

Il rio Bedale, che ci ha accompagnato nella prima parte della gita

Attraversamento sul rio Bedale

Il sentiero che ci stiamo lasciando alle spalle

Il sentiero tra Borgata Caricatori e Camoglieres

Noemi

Scorcio

Camoglieres (992 m)

Valerio Dutto

Ha fondato Cuneotrekking insieme a Elio nel 2007. Ingegnere informatico, appassionato di montagna, di sport all'aria aperta e di tecnologia, si occupa della parte tecnica di Cuneotrekking, delle recensioni e delle guide.

Prossimo Escursione alla forcella di Schiantalà - 2800 m circa - Valle Stura

Precedente Escursione alla Rocca dell’Abisso - 2755 m - Valle Vermenagna

Cartografia essenziale

Carta n. 111, 1:25.000

Carta n. 111, 1:25.000

Istituto Geografico Centrale

Valle Maira, Acceglio, Brec De Chambeyron

Vedi su Amazon
Chaminar en Bassa/Auta Val Maira

Chaminar en Bassa/Auta Val Maira

Bruno Rosano

1:20.000

Declinazione di responsabilità

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, etc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente.

Commenti (26)

  1. Daniele Piacenza


    Uhm.. non riesco ad inviare la e-letter, e allora scrivo qui..

    Ciao Valerio,

    sono onoratissimo della citazione, delle visite, dei complimenti, e ti ringrazio.

    Mi piacerebbe poter dedicare più tempo al mio sitarello, che ormai si riduce a qualche foto e qualche didascalia.

    Vedremo, vedremo..

    Grazie ancora, mi ha fatto molto piacere.

  2. cuneotrekking


    Ciao Daniele,

    grazie a te: attraverso il tuo sito abbiamo scoperto questa bella escursione in una valle che non frequentiamo molto spesso.

    Consiglio a tutti i lettori di visitare le tue pagine, ricche di belle foto e divertenti descrizioni. (Pensa che è il sito di montagna che visito più spesso!)

    A presto,

    Valerio.

  3. Osvaldo Cavallo


    Ottima descrizione e belle foto, ci andrò presto. Anch’io domenica ero in val Maira,
    sono andato sul monte Chersogno. Che giornata!!! Tutte le nostre valli sono belle
    ma la valle Maira ha un fascino particolare. Cosa ne pensate? Ciao Osvy.

  4. cuneotrekking


    Hai perfettamente ragione al riguardo della Val Maira. La nostra grande pecca è quella di non avere ancora descritto, a parte il percorso dei ciclamini, nessun itinerario di questa magnifica Valle, che, tra l’altro, conosco abbastanza bene. Lo faremo di certo il prossimo anno.
    Ciao, Elio

  5. Marco Billo’


    Eh, si, io sono appassinato della Val Maira.. per l’escursionismo e’ fantastica!
    Una volta andavo di piu’ in Val Gesso [adesso non riesco piu’ per ragioni varie] e devo dire che sono straordinarie entrambe, ma sono diverse. Direi che a media quota vince la Val Maira, in alto sono pari, con qualche punta piu’ grandiosa in Val Gesso [anche se il Chambeyron…]

    Se, tra gli innumerevoli possibili, posso consigliare un itinerario in Val Maira forse sceglierei il seguente. E’ stato da pochissimo segnalato per bene l’anello intorno a Rocca la Meja (e’ stato battezzato “Sentiero Gino Gertosio”), con partenza dal primo ponte sopra Preit di Canosio. Completandolo con la salita alla Rocca stessa, e’ bellissimo!

  6. cuneotrekking


    Conosciamo bene la tua passione per la Val Maira, specialmente dopo aver ammirato le tue stupende foto di Rocca la Meja. E’ solo un peccato che sia lontanuccia…
    Qual è il tempo di percorrenza del Sentiero Gino Gertosio?


  7. Buongiorno,

    vorrei sapere il periodo migliore per percorrere il sentiero dei ciclamini…. o meglio il momento migliore per vedere la fioritura dei cilamini 🙂

    Grazie, cordiali saluti.

    Manuela

  8. cuneotrekking


    Ciao Manuela,

    perdonaci se, come consuetudine sul Web, facciamo a meno di formalismi e ti diamo subito del “tu”.

    Il periodo migliore per vedere la fioritura dei ciclamini dicono sia tra luglio e agosto. Non abbiamo però avuto il piacere di verificarlo di persona, dato che vi siamo andati per la prima volta a fine settembre dello scorso anno.

    In ogni caso possiamo dirti che è davvero un bel percorso, molto facile ma allo stesso tempo di grande soddisfazione. A noi è piaciuto molto farlo in autunno, quando le foglie cominciavano a tingersi, ma probabilmente lo ripeteremo verso la fine di questa primavera, quando non ci sarà quasi più neve e gli alberi si riempiranno di fiori.

    A presto.

    • Maria Teresa Costamagna


      Ho percorso il sentiero dei ciclamini il 22 luglio di quest’anno e ho visto molti ciclamini fioriti. E’ stato bellissimo perche’ li avevo visti solo ad Ischia dal vivo. Buona passeggiata a chi la farà’. E’ un percorso vario ed entusiasmante

  9. enrico collo


    carissimi,
    navigando su internet ho trovato i bei complimenti al sito di macra!!!
    grazie mille, io sono l’editore del sito e fa piacere trovare ogni tanto dei commenti positivi.
    saluti,
    enrico collo

  10. cuneotrekking


    Ciao Enrico,

    siamo noi a dovervi ringraziare per il vostro lavoro. Come dicevamo purtroppo sono ancora troppo pochi i comuni che si “ricordano” di riempire il proprio sito con notizie utili, per questo ci ha fatto piacere segnalare la vostra “eccezione”.

    Grazie anche per il commento, che ci ha fatto molto piacere.

  11. Saverio Settimio


    salve
    sono Saverio, socio CAI di Reggio Calabria, e grande estimantore della Val Maira e della Val Gesso. Sono venuto l’anno scorso, ospite al rifugio Palent del mitico Matteo, in occasione della festa degli acciugai Per il prossimo viaggio mi piacerebbe organizzare un trekking itinerante di 4 o 5 giorni nella parte medio alta della valle. Qualcuno di voi sarebbe così cortese da darmi delle indicazioni?
    grazie e arveise Saverio

    • cuneotrekking


      Ciao Saverio, rispondendo alla richiesta specifica di fare un trekking nelle nostre vallate, ti consiglierei di dare uno sguardo ai volumi editi dalla Provincia di Cuneo intitolati:
      “Guida dei sentieri alpini della Provincia di Cuneo (Volume I e II)“, (disponibili on-line), che ti possono dare molte idee su un trekking nelle Valli della nostra Provincia. Se hai bisogno di altri suggerimenti chiedi pure.
      Ciao.


  12. Ciao ,
    vi avevo scritto a proposito delle ultime escursioni vicino a Boves : vista la neve ho poi cambiato idea e ho , sempre grazie alle vostre indicazioni, scoperto la Val Maira ! Paesaggi veramente incantevoli , partendo dal sentiero dei ciclamini siamo salite , io ed un amica , per il Giro della Corona dei Magi , fino alla Crocetta Soprana . Devo ringraziarvi davvero per le ottime ed utilissime indicazioni che fornite e per la cortesia con cui rispondete sempre . Gita svolta giovedì 24.02.2012 , una giornata splendida .
    Luisa

  13. Fulvia Borello


    Volendo andare a pranzare alla Locanda del silenzio di borgata Camoglieres, seconto voi a che ora dovremmo partire da Macra a piedi per poi completare L’anello dopo pranzo? Grazie in anticipo e per le info che date suulle escursioni

    • cuneotrekking


      Ciao Fulvia. Calcola un’ora e un quarto di cammino ad andatura tranquilla per arrivare a Camoglieres. Però, se ti va di fermarti un pò di più lungo il percorso magari per ammirare bene il paesaggio o le borgate, aggiungi quel pò di tempo necessario per tua tranquillità. Ripreso il percorso dopo il pranzo, ti basterà un’oretta per tornare a Macra.
      Ciao e buon appetito!!!


  14. Ciao a tutti
    Ho visto la trasmissione su SKY “dove”
    Stavano facendo vedere il sentiero dei ciclamini nella Val Maira
    Veramente bello. ,,,,,
    Non conosco quelle montagne mi potete segnalare alcuni sentieri??

    Grazie

    Graziella


  15. Ciao a tutti,
    questa escursione è adatta anche a bambini?
    Secondo voi se ci andassi a metà ottobre vale ancora la pena?
    Grazie

    • Valerio Dutto


      Ciao Giada, sì, è un’escursione adatta anche ai bambini. Vi piacerà anche ad ottobre per i bellissimi colori della vegetazione. Buone passeggiate!


  16. Ciao a tutti, parto da Torino, volevo sapere come arrivare a Macra.
    Grazie


    • Ciao Renzo. Per raggiungere l’abitato di Macra, dalla stazione di Cuneo occorre prendere l’autobus che, transitando da Dronero, porta ad Acceglio (Valle Maira). Macra si trova a circa metà del percorso. Non ti so però dire gli orari nè dell’andata nè del ritorno. Li puoi trovare comunque su internet.
      Ciao


  17. … mi sono dimenticato di dire che voglio prendere il treno per arrivare a Cuneo. e poi non sapevo cosa fare da lì.


  18. Chiarissimo! Grazie mille Elio


  19. bellissima passeggiata in autunno, ma attenzione alla processonaria, quei bruchi che formano lunghe file tutti attaccati assieme,sono molto pericolosi per i cani, se inalati portano addirittura alla morte della bestia. sono intervenuto persino con scritti in regione ma come al solito non ho risolto nulla. io credo che almeno il comune di macra dovrebbe mettere dei cartelli informativi in merito alla pericolosità visto l’enorme numero che se ne trovano lungo il sentiero. per intenderci la processonaria vive in quei grossi batuffoli bianchi sugli abeti e in autunno appunto scende a terra in lunghe file.

Il tuo commento