Elio sulla cima della Rocca Nera

Sezione riservata agli utenti supporter

Puoi sostenerci diventando un “supporter”. Un piccolo grande aiuto che ti permetterà di accedere senza limitazioni a tutto il nostro archivio.

Sei già un supporter? Accedi

Risposte a Antonio

Fai clic qui per annullare la risposta.

  1. marco cravè


    E’sempre uno spettacolo stupendo il “nostro” Monviso !
    Intristisce sapere che sia anche parecchio fragile: le scariche di rocce si susseguono molto frequentemente. Temo che, se nulla cambia a livello climatico, fra alcuni decenni il suo profilo sarà mutato notevolmente.
    In merito a questa gita, vale la pena dare un’occhiata a borgata Paschiè,
    c’è un sentiero che la collega con la strada sottostante, come si evince ingrandendo la mappa da voi pubblicata; quest’ultima, noto, è molto ben dettagliata: sono presenti sentieri desueti e poco segnalati, ma che possono offrire una valida alternativa a quelli “strabattuti”.
    Ciao


    • Grazie Marco per la dritta. Ciao.

    • Alessandra Cardone


      Buongiorno, vorrei fare una domanda, sebbene sia un po’ stupida:
      In primavera inoltrata e estate, facendo questo percorso si trovano tratti innevati (quindi necessarie le racchette da neve) oppure no?


      • Ciao Alessandra. E’ quasi impossibile trovare ancora neve (a meno di un evento straordinario) in quel periodo, quindi non servono le racchette da neve. Ciao


  2. Ciao,
    Vorrei fare questo sentiero intorno alla fine di gennaio, condizioni climatiche permettendo. La segnaletica è presente sul percorso?
    Grazie