Le libellule delle Alpi

Come riconoscerle, dove e quando osservarle
di Matteo Elio Siesa

19,00

  • Disponibile
  • Spedizione gratuita
  • Consegna in 4-5 giorni lavorativi

Una guida da campo e testo di approfondimento per naturalisti, ecologi, escursionisti e appassionati della montagna e della natura anche al di fuori della regione alpina, dato che illustra gran parte delle specie dell’Europa centrale.

Dubbi? Chiedici info

Descrizione

Le libellule sono insetti splendidi e interessanti, ma dove vivono quelle alpine, e come si studiano? Questa è la prima guida dedicata a tutte le 89 specie che si possono incontrare nella regione alpina. Una dettagliata introduzione ne descrive l’origine e gli adattamenti all’altitudine e illustra le tecniche di studio, mentre le schede consentono un agevole riconoscimento delle specie e trattano la sistematica, la distribuzione orizzontale e verticale, l’ecologia, il comportamento e la conservazione nel delicato ambiente alpino.

Il testo è accompagnato da 300 disegni di particolari morfologici, 750 fotografie di adulti, larve e habitat, 89 cartine degli areali di distribuzione, 270 grafici e tabelle, ed è arricchito dal contributo di esperti locali e di alcuni tra i maggiori specialisti d’Europa.

L’autore: Matteo Elio Siesa, biologo e dottore di ricerca in scienze naturalistiche e ambientali, si occupa di libellule e di conservazione delle specie e degli habitat acquatici e montani. Collabora con enti parco, università, associazioni e studi privati come consulente in ricerche applicate, faunistiche e ecologiche. È autore di varie pubblicazioni ed è tra i curatori degli atlanti delle libellule italiane e della Lombardia.

Informazioni aggiuntive

Collana

Natura e ambiente

Rilegatura

Brossura con alette

Pagine

238 completamente a colori

Anno

2017

Peso 410 g
Dimensioni 14 x 22 cm
ISBN 9788879042086

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le libellule delle Alpi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *