Aggiornamento del 13/01/2016: l'eTrex 30 è ormai uscito di produzione. Leggi la nostra recensione del suo successore, l'eTrex Touch 35. Uno dei GPS outdoor più interessanti del momento è il… Garmin eTrex 30: la recensione completa Valerio Dutto 4.5

Garmin eTrex 30: la recensione completa

Aggiornamento del 13/01/2016: l’eTrex 30 è ormai uscito di produzione. Leggi la nostra recensione del suo successore, l’eTrex Touch 35.

Uno dei GPS outdoor più interessanti del momento è il Garmin eTrex 30, il cui costo su strada si aggira intorno ai 200€. Nonostante il prezzo relativamente economico, sarebbe sbagliato inquadrarlo frettolosamente nella “fascia bassa” del marcato. Si tratta invece di un dispositivo potente e completo, dotato di tutto il necessario: altimetro barometrico, bussola elettronica e pieno supporto per la cartografia. In altre parole, l’ABC dei GPS: Altimetro, Bussola, Cartografia.

Ma analizziamolo nei dettagli.

1 Le dimensioni

Il Garmin eTrex 30 è veramente compatto, solido e robusto. La prima impressione è ottima. Grazie alle sue dimensioni contenute (54 x 103 x 33 mm) sta comodamente nella mano e non occupa troppo spazio nella tasca. Anche il peso è eccellente: appena 150 grammi batterie incluse, pochi grammi in più della metà del GPSMAP 62 (recensione).

Garmin eTrex 30

L’eTrex 30 è resistente a cadute, urti, bagni in acqua o fango. Essendo certificato IPX7 è garantito contro gli effetti dell’”immersione temporanea”, ovvero per 30 minuti alla profondità di 1 metro. Può operare nell’arco di temperature comprese tra –20°C e +70°C, anche se l’abbiamo usato senza problemi anche a temperature inferiori.

2 La dotazione

Come tutti i Garmin, anche l’eTrex 30 viene fornito con una dotazione essenziale. Troviamo:

  • il dispositivo;
  • un cavetto mini USB;
  • uno scarno manualetto di una decina di pagine per ciascuna lingua (uno più completo è disponibile online sul sito Garmin e anche come file PDF, collegando lo strumento al computer, dentro a Documents/files/pdf/OM_IT.pdf)

Non essendo incluse batterie dobbiamo preventivare l’acquisto di un buon set di batterie ricaricabili (noi consigliamo le Sanyo Eneloop recensite in questo articolo).

Tutti gli eventuali software di cui possiamo aver bisogno, inoltre, dobbiamo scaricarli dal sito ufficiale (o da Mac App Store per i possessori di OS X) perché nella confezione non è incluso alcun DVD (una scelta che condividiamo, data la rapida obsolescenza a cui sono inevitabilmente soggetti).

3 L’interfaccia grafica e l’interazione utente

Dopo aver inserito le batterie possiamo avviare l’unità premendo per qualche secondo sul pulsante power (sul lato destro). L’avvio è rapidissimo: in una decina di secondi l’unità è perfettamente operativa (anche se naturalmente occorrerà un po’ di tempo per ottenere il segnale GPS/GLONASS).

L’interfaccia grafica, completamente localizzata in italiano, è abbastanza intuitiva. Si tratta senza dubbio di uno dei GPS outdoor più semplici tra quelli che abbiamo avuto modo di testare, a nostro avviso anche migliore dei GPSMAP.

La prima schermata che ci viene presentata e con la quale possiamo interagire è il menù principale:

Garmin eTrex 30 Menu

Lo schermo non è un touch screen pertanto dobbiamo navigare tra le varie pagine premendo il pulsante che Garmin chiama “Thumb Stick”, che non è altro che un piccolo joystick posto in alto a destra sopra in display:

Garmin eTrex 30 Thumb Stick

Le due schermate che usiamo più spesso sono la Mappa e il Computer di Viaggio. La Mappa mostra la traccia che stiamo registrando, l’eventuale rotta che stiamo seguendo e tutti i punti di interesse nei dintorni:

garmin-etrex-30-mappa

Il Computer di Viaggio invece ci permette di vedere una serie di dati istantanei (ad esempio: quota e velocità attuali) e una serie di parametri calcolati dall’ultimo azzeramento (ad esempio: velocità massima, tempo in movimento e tempo in sosta):

Garmin eTrex 30 Computer di Viaggio

Il Computer di Viaggio è una caratteristica che ritroviamo su tutti i Garmin e che la prima volta lascia un po’ disorientati, anche se poi ci si fa l’abitudine. Per maggiori informazioni consigliamo la lettura del nostro articolo “Come si usa il Garmin eTrex Vista HCx?” che, sebbene sia stato scritto per un altro dispositivo, vale in toto anche per questo.

Altre due schermate molto utili sono il Profilo Altimetrico e la Bussola:

Garmin eTrex 30 Profilo Altimetrico Bussola

Alcune considerazioni:

  • Possiamo decidere liberamente che cosa mostrare nel Computer di Viaggio, a seconda dei nostri gusti e delle nostre preferenze.
  • Appena acquistato il dispositivo, una delle prime cose che conviene fare è impostare il tipo di batterie. Basta portarci nel menù principale e poi navigare in Impostazioni → Sistema → Tipo Batteria e scegliere tra Alcalina, Litio e Ricaricabile NiMH (noi consigliamo batterie di quest’ultimo tipo, come le già citate Sanyo Eneloop).
  • Dal menù Impostazioni → Profili possiamo ottimizzare il dispositivo per diversi tipi di utilizzo, ad esempio per uso escursionistico, geocaching, automobilistico, marino e così via.
  • Possiamo naturalmente salvare punti di interesse e importare tracce o itinerari da seguire durante l’escursione per non rischiare di perderci (guida).
  • Purtroppo, sugli eTrex, come su praticamente tutti gli altri Garmin, non c’è un “blocca tasti”. Lasciandolo nello zaino o nella tasca, quindi, c’è sempre il rischio che qualche tasto venga inavvertitamente premuto.

4 La cartografia

La basemap fornita con il dispositivo è davvero essenziale. Vi troviamo solamente i nomi delle città, le linee di costa, i confini e le strade e i fiumi principali.

Tuttavia l’eTrex 30 supporta:

  • La Garmin TrekMap Italia v3 che, oltre alla base topografica completa dell’intero territorio italiana, include il dettaglio dei sentieri e dei percorsi ciclabili per un’area pari a circa un terzo della nazione (maggiori informazioni). I tracciati escursionistici e ciclabili sono localizzati soprattutto al Nord, ed includono quasi completamente l’arco alpino. La TrekMap deve però essere acquistata a parte, ma il prezzo di listino è veramente elevato: 199 euro (anche se su Amazon si trova a qualche euro in meno).

    Nota: se acquistata in bundle con il dispositivo è possibile risparmiare una cinquantina di euro.

  • La cartografia BirdsEye, composta delle immagini satellitari dell’intero pianeta sullo stile di quelle di Google Earth. La visualizzazione su PC è gratuita, ma sottoscrivendo l’abbonamento annuale dal costo di 25 euro possiamo trasferire queste immagini satellitari nel nostro GPS. (Esiste la possibilità di provare BirdsEye per un’area limitata.)
  • Le Custom Maps, ovvero le mappe raster ottenute ad esempio convertendo le cartine che possediamo in formato cartaceo o le foto satellitari di Google Earth in cartine digitali.

    Nota: Garmin stessa, in collaborazione con la rinomata rivista Merdiani Montagne, rende disponibili delle custom map digitali già pronte e scaricabili gratuitamente da questa pagina. Come abbiamo indicato in questo nostro articolo, una delle mappe che possiamo scaricare è quella dell’alta Valle Stura, una zona che frequentiamo spesso.

  • Mappe di terze parti gratuite, come le OpenStreetMap (guida completa all’installazione) o le OpenCycleMap.

Ci troviamo quindi davanti ad un dispositivo che offre molte possibilità dal punto di vista della cartografia, anche considerando che è dotato di una buona memoria interna da 1,7 GB più di un’alloggiamento per schede micro SD (non incluse nella confezione, ma acquistabili per pochi euro).

5 La precisione

Un aspetto che ci sta particolarmente a cuore è la precisione dei valori misurati (coordinate, altitudine e velocità) della traccia registrata. Abbiamo quindi fatto parecchi test mettendolo a confronto con alcuni altri dispositivi, tra cui un Garmin eTrex Vista HCx (recensione).

Innanzitutto osserviamo che l’eTrex 30 è molto rapido ad ottenere il fix dei satelliti GPS, in particolare quando si attiva anche la ricezione GLONASS. Tipicamente infatti occorrono appena una trentina di secondi, un tempo considerevolmente inferiore rispetto a tutti i Garmin che abbiamo recensito in passato.

Una volta ottenuto il fix, poi, si comporta davvero bene. La precisione della traccia è tra le migliori che abbiamo rilevato sebbene rispetto al vecchio eTrex Vista HCx si possa notare in modo più marcato quello che noi chiamiamo il “problema della stella“:

problema-stella

In sintesi, quando stiamo fermi in uno stesso luogo per un certo tempo, ad esempio durante il pranzo, l’eTrex 30 mostra delle lievi imprecisioni. Si tratta comunque di un peccato veniale: normalmente i software (incluso l’eccellente RubiTrack) sono in grado di rilevare e correggere in modo completamente automatico questo tipo di problemi, e li possiamo evitare semplicemente ricordandoci di spegnere il dispositivo durante le pause più lunghe.

L’altitudine indicata, grazie alla presenza dell’altimetro barometrico, è eccezionalmente precisa: non di rado mostra la quota perfetta, e nel caso peggiore l’errore rispetto alla quota reale si misura in una manciata di metri. L’altimetro è in grado di “autocalibrarsi” grazie al GPS: istante per istante, l’altitudine dedotta con il GPS viene “passata” al sistema barometrico, che la utilizza come fosse una calibrazione inserita manualmente ogni secondo.

In sintesi, dunque, siamo rimasti pienamente soddisfatti dalla precisione dell’eTrex 30.

6 Il supporto per GLONASS

La nuova serie eTrex è stata la prima in grado di rilevare contemporaneamente sia i satelliti GPS che GLONASS (ora lo supportano anche i nuovissimi Oregon 6xx e l’Edge 510). GLONASS è un sistema sviluppato dalla Federazione Russa che è diventato completamente operativo da ottobre 2011. Quando si utilizzano i satelliti GLONASS il tempo impiegato dal ricevitore per rilevare una posizione è (in media) del 20 per cento minore rispetto al GPS. Inoltre, quando si utilizzano sia i satelliti GPS che GLONASS, il ricevitore è in grado di ricevere segnali da 24 satelliti in più rispetto al solo sistema GPS. Questo è particolarmente utile in quelle situazioni in cui una larga porzione del cielo è coperta, come canyon, boschi e città.

Il nostro consiglio è di abilitare anche GLONASS, il cui unico svantaggio è una contenuta riduzione della durata della batteria, attraverso il menù Impostazioni → Sistema → Sistema satellitare:

garmin-etrex-30-glonass

7 Il display

Il display è un modesto 2,2 pollici con una risoluzione di 176 x 220 pixel a 65.000 colori. Non ha grandi qualità, perché si possono distinguere chiaramente i pixel di cui è composto e i colori non sono certo perfetti. In compenso si dimostra ben leggibile anche in pieno sole, al contrario di molti altri prodotti di cui abbiamo parlato in passato.

Il display, inoltre, non è touch screen. Inizialmente confessiamo che questa scelta ci ha lasciato un po’ perplessi, ma dopo aver provato molti GPS outdoor sensibili al tocco, dobbiamo dire che in effetti ne condividiamo la scelta, perché questo è uno dei pochi che può davvero essere usato con i guanti (un vantaggio non da poco nelle stagioni fredde).

Francamente, poi, essendo abituati alla perfezione dell’iPhone, tutti i precedenti GPS outdoor di tipo touch screen che avevamo provato ci avevano lasciati delusi.

8 Le batterie

L’eTrex 30 richiede 2 pile AA che secondo Garmin garantiscono un’autonomia di 25 ore. I nostri test confermano durate da primato, che superano anche abbondantemente le 20 ore con batterie Sanyo Eneloop e GLONASS abilitato. Si tratta del GPS outdoor dalla migliore autonomia che abbiamo provato.

9 Il collegamento con il Mac/PC

Quando colleghiamo l’eTrex 30 al Mac/PC lo vediamo come una periferica di archiviazione di massa USB (maggiori informazioni). In tal modo possiamo accedere in lettura e scrittura a tutti i suoi contenuti tra cui, in particolare, tracce, rotte, waypoint e immagini.

Non ci sono quindi particolari problemi di compatibilità: il prodotto funziona perfettamente sia sotto Windows sia sotto OS X (l’abbiamo testato anche con Mountain Lion).

10 Accessori

Come da tradizione Garmin, possiamo acquistare a parte moltissimi accessori. In particolare ricordiamo:

11 Conclusioni

Nonostante alcuni piccoli difetti veniali, l’eTrex 30 è secondo noi uno dei migliori GPS disponibili. A fronte di una spesa contenuta offre un’elevata precisione, un’incredibile durata delle batterie, una buona semplicità d’uso e grandi possibilità di divertimento e personalizzazione per chi desidera caricarci qualunque tipo di mappa.

11.1 Che cosa ci piace

  • È compatto e leggero.
  • È offerto ad un prezzo ragionevole.
  • È robusto e impermeabile (certificato IPX7).
  • È preciso.
  • È veloce ad accendersi e a prendere il fix, soprattutto con GLONASS abilitato.
  • È facile da usare rispetto ad altri modelli, anche se bisogna farci l’abitudine.
  • È dotato di un altimetro barometrico precisissimo.
  • È dotato di bussola elettronica a 3 assi, che mostra la direzione anche quando non siamo in movimento e non manteniamo il dispositivo in posizione orizzontale (maggiori informazioni).
  • Supporta praticamente qualunque tipo di cartografia.
  • Può essere utilizzato anche con i guanti e funziona senza problemi anche a temperature molto basse.
  • Ha un’autonomia incredibile, soprattutto se dotato di batterie di qualità.
  • Il display, pur non essendo eccezionale, è facile da leggere in qualsiasi condizione di illuminazione.
  • È dotato di una memoria interna da 1,7 GB, più che sufficiente nella maggioranza dei casi.
  • È dotato di alloggiamento per schede micro SD.
  • Supporta gli accessori ANT+ e la condivisione wireless con altri dispositivi compatibili.
  • È perfettamente compatibile con OS X.
  • Possiamo inserire waypoint con nomi lunghi a piacere (non c’è più il limite di 14 caratteri che avevamo sul precedente eTrex Vista HCx).

11.2 Che cosa non ci convince

  • Non ha il blocca tasti, quindi capita spesso che lasciandolo nello zaino o nella tasca qualche tasto venga inavvertitamente premuto.
  • Supporta solo il vecchio standard USB 1.1 con una velocità massima teorica di appena 12 Mbit/s. Questo comporta lunghi tempi per trasferire mappe, mentre non è un grande problema per le semplici tracce, che in genere sono davvero piccole. Si tratta di una mancanza davvero assurda considerando che ormai siamo alla versione 3.0 di USB e che la 2.0 è uscita nel… 2000.
  • Subisce in modo più marcato di altri dispositivi il “problema della stella” quando ci si ferma.
  • Il dislivello indicato sul dispositivo è spesso diverso da quello reale (ma quando si analizza la traccia su computer l’errore viene corretto). Aggiornamento: la versione 3.70 del firmware riduce considerevolmente questo problema (informazioni su come aggiornare).
  • Come tutti i Garmin, ci vuole tempo per “prenderci la mano”. E il manuale non è di grande aiuto.
Verdetto
Consigliato

Valerio Dutto

Ha fondato Cuneotrekking insieme a Elio nel 2007. Ingegnere informatico, appassionato di montagna, di sport all'aria aperta e di tecnologia, si occupa della parte tecnica di Cuneotrekking, delle recensioni e delle guide.

Prossimo Recensione Fascia cardio soft premium di Garmin

Precedente Recensione Norrøna Lofoten PrimaLoft100 Jacket

Commenti (316)


  1. Con l’aggiornamento degli ultimi firmware (mi pare dalla versione 2.90, da poco è uscita la 3.00) dovrebbero aver corretto il problema del calcolo del dislivello.
    Dico dovrebbe perchè l’hanno segnalato, ma non l’ho ancora testato personalmente con uscite reali.

    Peccato invece per “l’effetto stella” che mi ha dato non pochi grattacapi e scaricando le tracce con basecamp non c’è alcun tipo di fix. Per windows non so se esista qualche programma simile a rubitrack.

    Saluti
    riccardo

    • Cuneotrekking


      Ciao Riccardo!

      La recensione si riferisce già alla versione 2.90, che era quella più recente disponibile durante i nostri test. Effettivamente dall’11 aprile è arrivata la versione 3.00. Abbiamo già provveduto all’aggiornamento e se rileveremo miglioramenti aggiorneremo l’articolo. AGGIORNAMENTO: dai test effettuati non rileviamo particolari miglioramenti, per cui continua a valere quanto scritto nell’articolo.

      Grazie per il tuo commento,

      Valerio.

  2. Vincenzo Carbone


    Grazie per la bella recensione, che ho capito anche io che non sono esperto. Ho bisogno di un consiglio. Ho rotto il vetro del mio Dakota 10, mi hanno chiesto 90 euro per la riparazione, mi sembra un po’ tanto. Sto pensando di acquistarne uno nuovo ma non riesco a capire la differenza tra il Dakota 20 e il eTrex 30. Stesso prezzo e a me sembra, stesse caratteristiche. Voi quale mi consigliereste?
    Grazie mille per la risposta.

    • Cuneotrekking


      Ciao Vincenzo, dici bene: eTrex 30 e Dakota 20 (recensione) sono davvero molto simili. Tra i due personalmente ti consiglio l’eTrex 30, perché è più moderno ed ha alcuni vantaggi (in particolare: memoria più capiente e maggior durata della batteria). Un’altra differenza da considerare è che il Dakota 20 è touch screen, mentre l’eTrex 30 non lo è. A prima vista potrebbe sembrare un vantaggio del Dakota, ma nella pratica l’eTrex si legge meglio e può essere usato bene anche con i guanti. Se sei interessato, qui trovi la scheda con tutte le differenze tra i due dispositivi.

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.

      • Vincenzo Carbone


        Grazie Valerio
        molto gentile e preciso


      • Ciao Valerio!

        Sono un pilota di velivoli ultraleggeri, e la mia “creatura” preferita é il deltaplano a motore.
        Per i miei “trekking dell’aria” utilizzo i GPS Garmin ormai da tantissimi anni è il mio ultimo acquisto è appunto l’Etrex 30.
        Premesso che di questo strumento non posso che parlarne bene e lodarne i pregi (pochissimi i difetti); nell’ambito delle sue funzioni sono però incappato in un problema che all’inizio sembrava molto banale ma che tutt’ora NON sono riuscito a risolvere. E che soprattutto non pensavo di incontrare…

        In sintesi questo è quello che capita:
        quando ho bisogno di cancellare un qualsiasi Waypoint dall’elenco di quelli creati (e salvati) viene sempre proposta la CANCELLAZIONE TOTALE DELL’ELENCO dei Waypoint e non la singola voce precedentemente selezionata!

        E’ vero che si può ovviare al problema accedendo in MODIFICA del singolo Waypoint selezionato e quindi sovrascrivendo le informazioni ma mi pare assurdo che non esista una funzione di cancellazione per SINGOLO ELEMENTO.

        Non riesco a venirne fuori…mi puoi dare una mano ??

        Grazie 1000 in anticipo!
        Ciao.

        Fabio


        • Ciao Fabio forse non sei andato a fondo nei tuoi tentativi.
          Ecco la seguenza giusta x cancellare un unico way point:
          Seleziona WAYPOIN Manager-vai sul way point che vuoi cancellare, selezionalo e pigia il tastino ok (ti appare la schermata con tutti i riferimenti tra cui nome, posizione ecc.) premi il tasto sx del menu e la prima voce che ti appare è proprio elimina….
          Spero di esserti stata d’aiuto
          🙂


          • Grazie Maria!

            Non ho ancora avuto modo di provare ma sono sicurissimo che la sequenza giusta è quella che dici. Sembrava troppo bizzarro, in effetti, non poter cancellare singolarmente su apparecchio del genere. E visto che il manuale dell’ etrex 30, a questo proposito, non dà nessun aiuto né spiegazione, come giustamente suggerisci dovevo insistere nei tentativi di varie combinazioni di sequenze per arrivare alla soluzione.

            Grazie ancora e alla prossima!

            Fabio


  3. Purtroppo anche con il nuovo software 3.0 rimane il problema dell’ascesa totale completamente sballata( quella rilevata su Basecamp è più del doppio(2,33) di quella rilevata dal dispositivo. E da più di un anno che scrivo a Garmin, mi hanno anche sostituito il dispositivo l’anno scorso. Nessun miglioramento.Vorrei capire se il problema sussiste solo per alcuni etrex 30.
    saluti

    • Cuneotrekking


      Ciao Armando,

      confermo che il problema persiste con l’aggiornamento 3.0. Non è un problema hardware, ma esclusivamente software, presente peraltro su molti altri dispositivi (incluso il predecessore eTrex Vista HCx). È dovuto al filtro passa basso che Garmin usa per livellare i punti che probabilmente è troppo aggressivo. Speriamo che nei prossimi aggiornamenti venga quantomeno migliorato.

      Ciao,

      Valerio.

  4. gabriele giustini


    Ottima recensione, tanto da aver proceduto all’acquisto qualche giorno fa. Ma… confesso di essere davvero un principiante (da noi a Roma si direbbe un ‘selcio’) e di non essere ancora riuscito a capire le nozioni base per usare un dispositivo di questo genere. In sostanza, come fare a riportare a casa una traccia di una qualsiasi escursione, senza che questa inizi dalla partenza da casa e che quindi l’escursione stessa mi risulti di 250 km! Ci sono vari azzeramenti da mettere in atto, e altrettanti salvataggi, penso. Non so se sono riuscito a spiegarmi. Sareste così gentili da illustrare passo per passo a un selcio come sono io ora le varie fasi di registrazione di una escursione? Per il resto non posso non farvi i complimenti per la accuratezza e la professionalità che dimostrate nel settore, e per l’amore per la montagna, che è quello che ci accomuna. Grazie. Attendo una vostra cortese risposta.


  5. Ho fatto la mia prima uscita con il Garmin xtrex30 salvando la relativa traccia. Quando però collego il gps al computer la traccia in formato GPX non viene letta. Devo forse scaricare qualche programma particolare? Se si, sapete indicarmi da quale sito?

    Grazie mille e ciao
    Giacomo


  6. Prima provo poi ti dico…..
    :-))

    Grazie mille!
    G

  7. pasquale de simone


    ciao ragazzi, vi scrivo perché ho assolutamente bisogno di un gps al quale possa aggiungere mappe quali Francia, Germania, Austria, Ungheria,Romania, Bulgaria, Turchia, Iran, Pakistan, India in vista di un lungo viaggio in bici con partenza il prossimo fine luglio 2013.
    mi sembra il migliore GPS trovato in commercio anche se esito ancora a comprarlo. In effetti saro’ in solitaria e quindi avro’ anche delle mappe classiche degli stati sopraelencati in forma cartacea, ma avro anche un piccolo computer tramite il quale dovrei poter scaricare le mie tappe giornaliere per poi inserirle sul mio sito/blog attualmente in costruzione. Tutti i miei dispositivi elettronici quali il GPS , PC portatile, Macchina fotografica e eventualmente un cellulare saranno quasi sempre ricaricati tramite una dinamo collegata alla bici ed un pannello solare portatile. Se pensate esista qualcosa di meglio o di piu’ affidabile vi sarei molto grato di darmi informazioni in merito.
    Vi ringrazio per tutte le informazioni fornite finora e aspetto una vostra risposta in merito. Buon lavoro ragazzi

    • Cuneotrekking


      Ciao Pasquale, secondo me l’eTrex 30 potrebbe rappresentare un ottima soluzione. Rispetto ai GPSMAP 62 (recensione) è più piccolo e leggero. Rispetto ai nuovi Oregon e Montana ha una migliore durata della batteria (che nel tuo caso immagino sia una risorsa preziosissima). A proposito, se vuoi un consiglio prenditi una bella scorta di Eneloop XX (ne abbiamo parlato in questo articolo), coadiuvate da un buon caricabatterie solare (su Amazon ce ne sono diversi, anche se non saprei consigliartene uno in particolare). E non dimenticarti la staffa per montarlo al manubrio per averlo sempre a portata di occhio mentre pedali.

      Altrimenti butta un occhio ai Garmin rivolti alla bici (Edge 800 e 810 dato che ti interessano cartografici).

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.


  8. salve, volevo sapere se i file gpx da importare nel dispositivo si potevano importare nella memoria esterna senza occupare quella interna del navigatore

  9. Mirco Mocarli


    Ho iniziato in questi giorni a prendere un po’ di confidenza con il mio eTrex20 e una cosa che vorrei chiedervi è la differenza fra traccia e percorso. Ad esempio usando Basecamp devo creare un percorso o una traccia, per poi poterla esportare sul mio dispositivo?
    Grazie, Mirco.


  10. salve, facendovi i complimenti per la recensione, volevo capire come sono ordinate le tracce sull’etrex 30, secondo me sono ordinate alla rinfusa, non sicuramente in ordine alfabetico, che sarebbe l’ideale, non ho trovato un modo per ordinarle.
    Cosa mi dite su questo problema?
    Grazie. Marco


    • Mi sembra di aver capito che ordina le tracce così come fa per i punti di interesse ovvero prima le tracce più vicine al punto in cui ti trovi e poi man mano quelle più lontane.


  11. Ciao
    ho comperato il mio etre30 giusto venerdì, prima della gita del we e devo dire…. che ancora non ho capito molto, cmq in questi gg ci studierò su un pò.
    quest’estate andrò sui pirenei per un trekking e volvo chiedermi se sapete indicarmi dove trovare e scaricare una mappa del luogo, visto che altrimenti dovrei acquistarne due , la parte francese e quella spagnola. la zona sarebbe quella del parco national de ordersa e pico de aneto
    grazie mille


  12. Ciao
    Ho acquistato il garmin etrex 30 con il sensore di temperatura ma non riesco a farlo riconoscere dal dispositivo,devo aggiornare il firmware?al momento mi risulta il 2.90
    Grazie

    • Cuneotrekking


      Ciao Francesco, è possibile: pur essendo già stato aggiunto il supporto al sensore di temperatura nella versione 2.90, il firmware 3.00 risolve alcuni problemi legati ad esso. L’ultima versione disponibile in questo momento è la 3.10. Per aggiornare il firmware devi andare su questa pagina e installare il Garmin Communicator Plugin.

      Facci sapere se hai risolto!

      Valerio.


  13. Buongiorno,

    utilizzando da un pò l’eTrex 30 per trekking, ho notato che, oltre all’ascesa totale, che risulta totalmente sballata come avete anche voi segnalato, anche la lunghezza del percorso risulta maggiorata rispetto a quella che appare quando si scaricano le tracce sul PC tramite BaseCamp (anche diversi Km in più). Volevo spaere se anche a voi è capitato. Inoltre la funzione grafico sulla traccia, usata tramite PC sempre su BaseCamp calcola erroneamente i dislivelli (si possono selezionare due punti sul grafico e sotto compare il dislivello del tratto). Ultima cosa; il GPS è preciso sulla quota, tuttavia in alcuni casi la traccia salvata sul dispositivo non ha registrato correttamente la quota di partenza o di arrivo quando la scarico sul PC (parlo di punti noti, come ad es. parcheggi o cime di monti). Vorrei sapere se anche voi avete riscontrato problematiche simili. Grazie.

    • Cuneotrekking


      Ciao Luca, a parte la questione dell’ascesa totale segnalata nella recensione non abbiamo riscontrato gli altri problemi. Ma potrebbe essere dovuto al fatto che per migliorare la qualità della traccia registrata noi usiamo un piccolo “trucchetto”: appena scesi dalla macchina, prima di partire, accendiamo immediatamente il GPS. Poi, mentre ci mettiamo gli scarponi e prepariamo gli zaini, lo lasciamo lì ad ottenere il fix GPS e a calcolare la quota attuale (che nel caso sia sbagliata provvediamo a calibrare a mano). Infine azzeriamo il Computer di Viaggio solo quando ci siamo messi in moto. Prova anche tu così!

      A presto,

      Valerio.


      • Grazie Valerio per il consiglio. Proverò anche io a fare così per il problema della quota.
        Ma, scusa se insisto, il chilometraggio sul dispositivo vi risulta corretto? Il dispositivo mi registra sempre diversi Km in più di quelli attesi, mentre la traccia scaricata sul PC risulta corretta (sui Km).
        Poi ci sarebbero altri dati visibili sulla traccia da BaseCamp che ritengo non siano corretti…

        Grazie ancora, Luca


  14. Premesso che sono nuovo all uso del gps ho comprato l etrek 30 comprensivo di mappa trekmap Italia 3.0 su sd ma non so come caricarla nel gps mi potete aiutare ….


  15. Buongiorno a tutti,
    sono un neofita dei gps,ieri ho scartato il garmin etrex 30 (con micro SD da 32 Gb)e ho provato ad installare mappe OpenStreetMap dovendo partire tra due giorni in bici verso Svizzera e Germania,ho avuto due problemi:
    1) dopo avere scaricato la mappa d’ Italia, l’ installazione della Svizzera l’ ha cancellato (o reso invisibile ) quella d’ Italia;
    2) il download della Germania non parte.
    Avete consigli?
    Complimenti per il sito, la cura, la precisione ed il dettaglio delle informazioni è “outstanding” ! Complimenti davvero…e buon Ferragosto!

    Aureliano


  16. Buongiorno,
    mi accodo a questa utilissima pagina per esporre un quesito: avete notizie in merito all’affidabilità del “joystick” sul lungo periodo? Potrebbe essere una componente facilmente usurabile?
    Saluti,
    Filippo

    • Cuneotrekking


      Ciao Filippo,

      il joystick non sarà super comodo, ma è robustissimo. Considera che noi possediamo da oltre 4 anni un eTrex Vista HCx che utilizza lo stesso sistema, e pur avendolo utilizzato in ogni condizione possibile funziona ancora alla grande.

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.


      • Caro Valerio,
        grazie per la celerità nella risposta. Era un mio piccolo dubbio in quanto questo fine settimana ho utilizzato un Dakota 20 ma il touch screen non mi entusiasma moltissimo, se non per la maggiore velocità nell’inserimento dei nomi dei waypoint.
        Grazie,
        Filippo


  17. Buonasera,
    ho regalato l’etrex 30 a mio padre perché spesso va in montagna a fare escursioni e a volte anche arrampicate, pensavamo però che desse la possibilità anche di localizzare la persona in caso di incidenti o problemi, non abbiamo però trovato poi nessuna informazione in merito, per caso qualcuno sa se è possibile e nel caso come si fa?
    Grazie mille


    • Non si può, nessun gps sportivo ha funzionalità remote via radio o gsm/gprs.

      Principalmente penso per questioni pratiche, usare la connettività telefonica (gprs/edge) sarebbe ottimo, ma spesso in montagna non c’è campo, quindi sarebbe decisamente poco funzionale.

      Viceversa Garmin sui recenti gps sportivi da bicicletta (gli ultimi Garmin Edge) ha implementato la connettività Bluetooth che, una volta collegato al telefono cellulare al quale è demandata la connettività internet, permette anche di seguire “live” gli spostamenti. Considerando che spesso con la bicicletta si va su percorsi non così remoti come col trekking, quindi la connettività è spesso presente.

      Saluti
      r.

    • Cuneotrekking


      Risposta a Ospite. Non può dare la possibilità di localizzare una persona perchè il GPS non è un trasmettitore ma è solamente un ricevitori di segnali. Al contrario, tramite la traccia registrata può far tornare l’escursionista che si perde in caso di nebbia.


  18. Grazie mille, allora non avevo capito niente, pensavo che fosse come il cellulare che in caso una persona fosse dispersa permettesse anche la localizzazione, peccato però, visto l’uso di questi dispositivi dovrebbero mettercela questa possibilità, si spera sempre che non accada nulla, però tutto può succedere…

    • Cuneotrekking


      Ciao, il fatto è che, come giustamente dice Riccardo, per la trasmissione delle informazioni sulla tua posizione è necessaria una connessione dati (=Internet). Ma in montagna è raro che ci sia la copertura GSM, figuriamoci GPRS/EDGE o 3G… Quindi, anche se inserissero questa funzionalità, nella pratica funzionerebbe troppo raramente per essere utile (con la copertura attuale).

      Proprio in questi giorni stiamo testando l’Edge 510 e il LiveTrack di cui parla Riccardo (presto pubblicheremo la recensione). In pratica il GPS si collega, attraverso il Bluetooth, ad uno smartphone dotato di connessione ad Internet. Funziona molto bene su strada, ma quando lo usiamo in MTB in montagna c’è poco da fare 🙂


  19. Scusami, ho acquistato un eTrex 30 con Trekmap v3, ma non riesco a visualizzare sulla mappa punti di interesse come rifugi e fonti d’acqua.
    Sapresti dirmi se e come posso risolvere?

    Grazie


  20. salve, facendovi i complimenti per la recensione, volevo capire come sono ordinate le tracce sull’etrex 30, secondo me sono ordinate alla rinfusa, non sicuramente in ordine alfabetico, che sarebbe l’ideale, non ho trovato un modo per ordinarle.
    Cosa mi dite su questo problema?
    Grazie. Marco


  21. Vado quasi tutti gli anni in Africa auitando un missionario ci spostiamo nella savana sia in macchina che a piedi è possibile utilizzare eTrex 30 per costruire percorsi, ci sono mappe da scaricare la zona è Zambia al confine con il Mozambico. Grazie


  22. Salve , complimenti x il vs.sito,vorrei sapere gentilmente cosa mi conviene comprare (sono confuso)tra etrex 30 ……o dakota 20 ,mi potresti consigliare GRAZIE


  23. Salve,
    complimenti per il sito, indispensabile per i neofiti del gps come me.
    Ho acquistato 40 giorni fa un etrex 30 e dopo averlo provato più volte mi sono reso conto che nonostante il gps, il glonass e il waas siano accesi, a volte la quota è sbagliata dai 20 ai 60 metri. Ho provato sia con la calibrazione automatica che inserendo manualmente la quota in punti riconosciuti durante l’escursione (sempre con barometro in quota variabile mai fissa) ma niente da fare, sopratutto al ritorno la quota risulta sbagliata. Tenendo d’occhio il barometro nel computer di viaggio ho notato che la pressione a volte risulta sballata (fino a 1300 bar????? oppure 980 con tempo bello e stabile) e vorrei sapere prima di mandare il prodotto in riparazione se l’errore di quota è dato proprio da qualche problema al barometro incorporato, se ci fosse qualche impostazione da sistemare o se è normale un errore del genere (anche se ho letto qui che al massimo oscilla dai + – 10 metri). Grazie mille


  24. Vorrei avere una informazione riguardo all’Etrex-30. L’ho appena acquistato, ma ho l’impressione che non abbia nessuna cartografia, neppure di base è possibile? Vi ringrazio per l’eventuale risposta cordiali saluti carlo

    • Cuneotrekking


      Ciao Carlo, sicuramente c’è la “basemap”, ma probabilmente hai attivo uno zoom troppo ravvicinato (puoi cambiarlo usando i bottoni in alto a sinistra). Considera comunque che è una mappa praticamente inesistente, perché ci trovi solo i nomi delle città, le linee di costa, i confini e le strade e i fiumi principali. Il mio consiglio è di installarti subito le OpenStreeMap (guida).

      Ciao,

      Valerio.

  25. Ottavio Albis


    Buona sera,
    scusate, ho postato, sbagliando, la stessa domanda in un altro punto del sito ed eccomi qui.
    Sto cercando informazioni per cambiare il mio gps attuale( Garmin 60csx). Ne sto cercando uno che mi permetta, oltre al solito utilizzo in treking di montagna, di caricare 98 tracce con relativa cartografia per un megatour che vorrei lentamente organizzare.
    Inizialmente ero indirizzato verso il 62csx, ma l’entrata in campo dei satilliti Glonass ha scombussolato le cose.
    Il nuovissimo Monterra , a parte il prezzo, non mi convince perchè non cerco effetti speciali ma funzionalità, leggerezza ed affidabilità. La fotocamera poi mi sembra inutile e pericolosa perchè si rischia di azzerare le batterie facendo foto e poi restare senza strumento.
    Ci sarebbe quindi l’Etrex30, monta batterie a stilo (irrinunciabili), aggancia i Glonass, carica le custom map.
    Ho però sentito dire che sbaglia nella registrazione dei dislivelli effettuati. Vi risulta che il problema sia ancora attuale o è stato risolto? E se è ancora presente in che ordine di grandezza sbaglia?
    Che limitazione ha nel caricamento delle tavolette relative alle tracce?(sto parlando delle tavolette relative a TreKMap Italy, Topo France e Topo Spain).
    Qual’è il vostro parere? Qualcuno ha esperienza diretta di quanto sopra?
    Grazie, ciao.

    • Cuneotrekking


      Ciao Ottavio, direi che con l’eTrex 30 non sbagli. Per quanto riguarda il problema del dislivello, come abbiamo indicato nella recensione il dislivello indicato sul dispositivo è in effetti diverso da quello reale (ma quando si analizza la traccia su computer l’errore viene corretto). Per quanto riguarda la cartografia puoi installarvi praticamente tutto (noi stessi abbiamo scritto due articoli al riguardo: OpenStreetMap: come caricare mappe gratuite sui Garmin eTrex 30 e eTrex 20 e Come usare Mobile Atlas Creator). Per quanto riguardo fotocamera e “effetti speciali” mi trovi d’accordo: da anni ripeto che secondo me una fotocamera in un GPS è assolutamente inutile, anche perché una qualunque fotocamera compatta (o uno smartphone) fa foto infinitamente migliori. Per quanto riguarda la durata della batteria ti consiglio di usare le Eneloop (Recensione caricabatterie Sanyo con 4 pile Eneloop AA).

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.

      PS Se ti interessa, abbiamo recensito molti altri ricevitori GPS, incluso un GPSMAP 62. Ma, detto tra noi, io preferisco la famiglia eTrex alla GPSMAP, perché offre sostanzialmente le stesse funzioni, ma a un costo inferiore.

  26. Ottavio Albis


    Grazie per la risposta.
    Vorrei però chiedere se qualcuno sa di quanto sbaglia indicando il dislivello accumulato, questo perchè mi servirebbe sapere sul campo quanto accumulo a fine giornata, non avendo il pc a disposizione.
    Grazie ancora.

    • Cuneotrekking


      Ciao Ottavio, purtroppo l’errore non è predicibile. In alcuni casi il dislivello indicato è corretto, altre volte è inferiore a quello reale di qualche centinaio di metri, altre ancora è superiore. Ogni caso è diverso. Si tratta secondo me di un semplice errore software che Garmin potrebbe correggere con un aggiornamento del firmware, che speriamo arrivi presto.

      Ciao,

      Valerio.


  27. Ciao
    sto imparando ad usare il mio etrex 30, ma ho un problema
    quando imposto “dove si va” mi indica sempre il percorso in linea retta, ma…. andando solo per monti, a me servirebbe che seguisse un sentiero, ma se uso un altro metodo che non sia la linea retta mi dice che non riesce a calcolare il percorso… avete dei suggerimenti da darmi? grazie


  28. Ciao.
    Innanzitutto, complimenti per il sito che fa apparire il tutto “approcciabile” anche per me, profano. Vi ringrazio anche per il modo sereno e cordiale con cui rispondete a tutti i quesiti che Vi si pongono, quando nella maggior parte dei forum, appena poni una domanda che può apparire sciocca, ti si danno risposte compiaciute ed autoroferenziali….quindi mi arrischio e ti chiedo:
    volevo acquistare un gps e guardandomi in giro la scelta si sarebbe ridotta tra etrex 30 e etrex 20…..la differenza in termini di costo è nell’ordine dei 50 €, mentre da profano non riesco a cogliere in pieno le differenze in termini di caratteristiche tecniche. Peraltro, ho letto che nella procedura di caricamento delle mappe Open, richiamate proprio questi due modelli…..grazie mille, e mi scuso per la domanda forse banale!
    Buona giornata.

    • Cuneotrekking


      Ciao Claudio, grazie per i complimenti! All’atto pratico l’eTrex 20 ha solo due cose in meno rispetto all’eTrex 30: manca di bussola elettronica e altimetro barometrico. Sono cose così importanti da valere la differenza di prezzo? Per un escursionista a parer mio sì (in questo articolo abbiamo spiegato il perché, vedi in particolare i paragrafi 2.2 e 2.3).

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.


  29. Ciao e prima di tutto complimenti per il vostro blog e per la cura e l’attenzione che mettete nelle vostre recensioni. Complimenti! Sono amante della montagna, delle escursioni e della bici sia strada che mtb. Vorrei avvicinarmi al mondo dei GPS e dopo aver letto la vostra recensione sono orientato verso il dispositivo eTrex30. Voi me lo consigliereste anche da utilizzare sulla bici e in particolare su quella da strada?
    Grazie e ancora complimenti!!

    • Cuneotrekking


      Ciao Giacomo,

      grazie per i complimenti! Generalmente consigliamo l’eTrex 30 per l’escursionismo e la famiglia Edge (che abbiamo analizzato in dettaglio qua) per la bici. Entrambi possono essere usati a tutti gli effetti anche per l’altro sport, anche se con qualche limite. Il mio consiglio è questo: se pensi di usarlo per il 50% o più del tempo per escursionismo/alpinismo/scialpinismo vai sull’eTrex, mentre se pensi di usarlo per il 50% o più del tempo per la bici/MTB vai su uno degli Edge (leggendo questo articolo dovresti avere tutti gli strumenti per scegliere quello più adatto a te).

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.


      • Grazie per la risposta immediata, quasi sicuramente sceglierò l’eTrex30 perchè mi affascina molto di più l’idea di utilizzare il GPS per qualche bella escursione nelle montagne che adoro!! Vorrà dire che per la bici mi accontento del mio attuale ciclocomputer e se proprio mi dovesse servire userò l’eTrex30, tanto nessuno me lo vieta!! Grazie ancora e continuate così!!!!

        • Cuneotrekking


          Ciao Giacomo! Direi che è un’ottima scelta. Per averlo sott’occhio anche in bici ti basterà utilizzare una staffa manubrio tipo questa. Dopo averla presa scommetto che lo utilizzerai anche al posto del tuo attuale ciclocomputer 🙂

          Ciao,

          Valerio.


  30. Sono un po reticente a procedere all’acquisto dell’etrex 30 in quanto mi sono imbattuto spesso in critiche negative piuttosto disincentivanti. In particolare ho letto varie critiche sulla estrema lentezza nello zummare o nel cercare un luogo nella mappa, per esempio spostandosi in essa i tempi di caricamento sarebbero disarmanti. Nessuno ha riscontrato qualcosa di simile ??? (ovviamente posso fornire i link in inglese di tali critiche)

    Ciao e buona giornata
    Daniele

    • Cuneotrekking


      Ciao Daniele, nella nostra esperienza l’eTrex 30 è piuttosto reattivo (in particolare, ovviamente, con le mappe vettoriali). Può darsi che le critiche che hai letto si riferissero a vecchie versioni del firmware oppure, più probabilmente, a mappe caricate su schede micro SD troppo poco performanti.

      Ciao,

      Valerio.


  31. Salve , e buona sera, sentite io avrei da chiedervi un consiglio, mi servirebbe un gps solo /esclusivamente per misurare la velocita’.. Personalmente ho un Terminale Android ma non mi e’ preciso abbastanza alle basse velocita’.
    Quale di questi gps trekking mi consigliate?
    Uno basta che sia il piu preciso in termini di km/h alle basse velocita’, diciamo dai 2km/h ai 40 km/h

    Grazie mille!


    • p.s. Il motivo per il quale chiedo questo e’ perche devo percorrere un certo percorso a 6 km/h per farvi un esempio e dovrei essere piu preciso possibile ! poi la velocita’ puo variare, ma deve essere esatta! gia sballando di 1 km /h mi crea grossi problemi visto che il percorso e’ di piu km .


  32. Ciao e complimenti per il vostro blog,
    e devo dire che siete molto gentili a rispondere a tutte le domande che vi vengono poste e spero che riusciate anche a rispondere alla mia.
    Dato che vorrei acquistare un gps per andare nei bosch,i alla ricerca di funghi, la mia schelta si è basata su 2 prodotti della famiglia Garmin che sono il Dakota 20 e Etrex 30.
    Sate quale dei 2 cosigliarmi?
    E quali sono le differenze?
    Grazie
    Roberto

    • Cuneotrekking


      Ciao Roberto, è una domanda che ci viene posta spesso perché in effetti sono dispositivi molto simili. Ti rimando a questa risposta che avevamo dato ad un nostro lettore un po’ di tempo fa.

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.


  33. Salve,
    volevo sapere cosa include la TREKMAP ITALIA v3 PRO. Cioè, ci sono tutti i sentiari di tutte le carte sentieristiche di tutte le regioni d’Italia? anche di posti dove non ci sono sentieri escursionistici ma solamente piste carrabili o regie trazzere? quanto è particolareggiata questa mappa?
    scusate per le troppe domande:-)
    Ho visto su Ebay che se comprata insieme al gps costa poco.

    grazie!
    Giovanni


  34. Ciao,complimenti per la recensione,ho due domande.

    1 come carico le tracce gpx?
    2 posso pianificare un percorso, vedendolo sulla mappa, senza esserci fisicamente?

    Grazie

    Guido


  35. Grazie,
    fatto e funziona , altra domanda, ogni volta che accendo lo strumento lui registra una traccia giusto?
    quindi se io seguo una traccia caricata, magari allungandolo o modificandolo lui mi registra una traccia modificata?


  36. Ciao e innanzitutto complimenti per il blog.
    Io ho un etrex 30 da circa due mesi, l’ho utilizzato già nel corso di varie escursioni in montagna ed ho potuto apprezzare le sue doti.
    Solo che ho notato un difetto correlato alle funzionalità del computer di viaggio, che mi sovrastima nettamente il tempo in pausa.
    Questo mi succede praticamente sempre. Nell’ultima escursione, durata 5 ore e in cui mi sarò fermato circa 1 ora e mezzo, alla fine del percorso il computer di viaggio mi segnalava più di 2 ore e mezzo di sosta.
    E’ normale che faccia così? E’ un difetto? Devo per caso modificare qualche impostazione?
    Grazie e a presto.
    Andrea.


  37. Ciao ,
    ho lo stesso problema di Andrea, ieri ho fatto un giro in bici e ho messo a confronto l’etrex30 con un forerunner405 e in effetti il tempo totale era di un ora superiore,ho accesso all’arrivo etrex30, ma non ho salvato subito la traccia, può’ essere questo il problema?


  38. Volevo dire che ho spento all’arrivo il dispositivo,ma ho scritto accesso…….

  39. Cristian Ciaberna


    Buon nataleee…. Vorrei sapere se legge il formato ecw della cartografia igm italia


  40. Ciao, complimenti per il forum, è interessante e dettagliato.
    sto per acquistare un gps e da questo forum sono sempre più interessato ai Garmin, ‘etrex30 oppure l’oregon450t, simili ma non uguali e non sopportatando troppo i touch credo che opterò per l’etrex, ho una domanda da porvi: inserendo batterie ricaricabili è possibile ricaricare il dispositivo tramite cavetto usb oppure le batterie vanno tolte e caricate a parte?
    grazie per la risposta.


  41. un’altra cosa ancora, dove posso trovare una comparazione tra l’etrex30 e l’oregon450t


  42. Possiedo un garmin etrex30.
    Vorrei sapere se qualcuno può aiutarmi con questo dilemma :
    quando effettuo un escursione tengo sotto controllo i dati visualizzando il computer di bordo. Arrivato a casa scarico la traccia in garmin connect e mi ritrovo dei dati differenti rispetto a quelli che vedevo del display del gps (soppratutto nei chilometri percorsi).
    Si tratta per caso di una correzione automatica della traccia, che “taglia” le zone dove ci sono i problemi stella?
    Ciao Gianluca.


  43. Ho un etrex 30 da un paio d’anni, con l’ultimo aggiornamento software, e condivido tutte le note positive descritte nell’ottima recensione. Vorrei indicare invece un paio di migliorie utili a perfezionare il dispositivo: una maggiore potenza del processore (la lentezza dello zoom e l’aggiornamento delle mappe anche vettoriali è frustrante) e l’adozione di un vetro tipo gorilla-glass che su un dispositivo così robusto quello attuale proprio ci stona (il mio si è rigato già il primo giorno, poi dovuto appiccicare la pellicola).
    Ciao, Ivan

  44. Angelo Sansone


    Ho acquistato un meraviglioso etrex30. Il problema si e’ presentato al momento di caricare le mappe. Ci ho provato ma non mi e’ riuscito, si tratta delle mappe dell’europa.Quando ci ho riprovato mi dice che il device ID e’ stato consumato. Ho due set di mappe. Il city map e l’europe map. Il bello e’ che le mappe dell’Europa mi appaiono sbloccate, ma al momento di accendere il GPS mi dice che non le puo autenticare. Sto impazzendo. Qualcuno puo darmi un aiuto? Grazie infinite a chiunque mi dia un consiglio.
    Ciao, Angelo


  45. Dopo questa recensione ho acquistato l’Etrex 30 in bundle con la Trekmap v3, ma inserendo la Micro SD nel GPS non riesco a visualizzare nulla, hi visto che diversi hanno lo stesso problema, come è possibile risolverlo, bisogna caricare i dati all’interno della memoria del’Etrex 30. Ho provato di tutto ma non vorrei rovinare qualcosa e allora mi sono fermato. Grazie


  46. solo una domanda, ho un etrex30 ho messo batterie ricaricabili, è possibile la ricarica diretta con cavetto usb o devo caricarle a parte


  47. ciao a tutti
    non ho capito una cosa.
    Nell’articolo è scritto che:
    1 L’altitudine indicata, grazie alla presenza dell’altimetro barometrico, è eccezionalmente precisa: non di rado mostra la quota perfetta, e nel caso peggiore l’errore rispetto alla quota reale si misura in una manciata di metri. L’altimetro è in grado di “autocalibrarsi” grazie al GPS: istante per istante, l’altitudine dedotta con il GPS viene “passata” al sistema barometrico, che la utilizza come fosse una calibrazione inserita manualmente ogni secondo.

    2
    Il dislivello indicato sul dispositivo è spesso diverso da quello reale (ma quando si analizza la traccia su computer l’errore viene corretto).

    Io sto cercando principalmente un ALTIMETRO per dei rilievi di altezze per degli impianti di acqua potabile o irrigazione (vivo in una missione in Bolivia) e mi serve uno strumento con una precisione per lo meno di 5m. Il garmin etrex 30 garantisce un lavoro di questo tipo?

    Grazie


  48. dimenticavo una cosa
    non mi interessa ASSOLUTAMENTE l’altezza reale, ma ESCLUSIVAMENTE le differenze di altezze tra i vari waypoint che registro
    ciao


  49. Ciao Dario,
    quindi vanno caricate a parte. credevo potesse essere sufficente un caricabatterie solare da collegare allo zaino,……… PECCATO


  50. Ho comprato l’etrex 30 convinto dalla vostra recensione, anche se forse avrei preferito prendere il 20 per una questione di moneta (pero’ visto che puntate sempre sull’avere la bussola, ho preferito non rischiare).
    grazie mille per il vostro aiuto! 🙂


  51. Non mi dilungo nei complimenti che giustamente abbondano e vengo al dunque.
    Come tanti, dopo aver letto la tua recensione ho acquistato l’Etrex 30 soprattutto per poter caricare le custom map personalizzate. Per anni ho utilizzato un GPSmap 60 cx con la cartografia Garmin Land navigator, inutile per l’escursionismo ma pratica per ciclismo su strada. Mi piacerebbe, visto che l’avevo pagata anche cara, poter caricare ancora questa cartografia sull’Etrex ma avendo già sbloccato le mappe per il GPSMap 60 2 volte (una per aver cambiato il PC) la Garmin non mi permette più di sbloccare le mappe. Credete abbia qualche possibilità di riuscirci?
    Grazie!


  52. Ciao, ti scrivo riguardo un problema che ho notato con questo dispositivo: dopo averlo messo in carica tutta la notte (attaccato a un alimentatore USB con presa a muro) il mattino dopo ho scoperto che la batteria non si era caricata! Secondo te che problema può essere? Dovevo tenere il GPS spento o acceso (io l’ho tenuto acceso)? O posso caricarlo solo dal computer?

    Grazie


    • Caro Matteo, non so a quale dispositivo ti riferisci, non credo sia un ETREX 30, che funziona con pile stilo e quindi non ricaricabili via USB


      • Ciao Matteo, anch’io mi son posto il problema, le pile vanno ricaricate a parte, sia le litio o le altre, il dispositivo Etrex non permette la ricarica da cavetto USB, ha bisogno di un caricatore tradizionale. Costo pochi euro ( il sonY con due stilo 15 euro). quasi tutti i dspositivi che non hanno di serie le batterie non si caricano con le usb.


  53. Buongiorno,

    Vorrei chiedervi un chiarimento: nell’ etrex30 è possibile scaricare la mappa topografica gratuitamente come nel 62S?

    Grazie mille e buona giornata


  54. Finalmente il problema dell’ascesa totale nell’etrex 30 è stato risolto con la versione del software 3.70


  55. Ciao, ho appena acquistato l etrex30 con mappa trekmap Italia v3 !!! Ma quando scarico un percorso da base camp lo vedo sul gps come una riga retta fino alla destinazione !!!!!! Dove sbaglio ????


  56. Buongiorno a tutti.
    Sto per acquistare etrex 30 già con mappa dettagliata Italia per un utilizzo in moto (enduro).
    Vorrei farvi una domanda forse sciocca :questi gps bisogna sempre conformarli prima di ogni singola escursione con un computer o posso in qualsiasi momento del viaggio dargli la località da portarmi in fuoristrada, come un semplice navigatore e lui mi porta a destinazione voluta?
    Molte grazie, Paolo.


    • Ciao Paolo. Questi GPS non sono dei navigatori (tipo Tomtom per intenderci), ma servono per registrare delle tue tracce o seguire itinerari compiuti da altre persone. Sono naturalmente un aiuto importante anche per orientarsi.


      • Grazie Elio, se invece vado nella vicina Slovenia, di cui non ho la mappa, posso comunque memorizzare sul gps il percorso che faccio ?
        Grazie 1000.
        Paolo.


        • E’ proprio così, Paolo. Appena lo accendi il GPS inizia a memorizzare la traccia che percorri che si conclude allo spegnimento del GPS. Quando torni a casa, dopo aver scaricato la traccia sul computer, potrai visualizzare tutto il percorso fatto e venire in possesso dei vari dati: Lunghezza percorso, ascesa, tempo di percorrenza ecc. ecc. Ciao e buon viaggio!!!


  57. Ciao, dispongo di un gps etrex vista hcx, privo di cartografia,..il programma che utilizzo è oziexplorer.
    Il datum che ho impostato è il wsg. Molte persone utilizzano l’european 1950, gradirei sapere qual’è il datum piu preciso.. ed inoltre se è possibile duplicare da una microcard le carte igm da inserire nellla microcard sd del gps. nell’eventualità dovrei modificare qualche parametro del gps? grazie


  58. Grazie dell aiuto molto semplice e conciso visualizzato tutto e bene .Un piccolo quesito ho delle cartine georefenziate per orux maps come posso trasformale in cartine adatte al garmin e poi faccio la stessa trafila dell altra volta .In ogni caso grazie ancora e adesso avanti a sperimentare il gps


  59. Fantastica recensione.Anche le istruzioni per caricare le mappe open sono state preziose dopo l’acquisto. Siccome a volte lo uso per trail running chiedevo se qualcuno è riuscito ad impostare la velocità non in km all’ora (correndo fa ridere) ma nel classico minuti al km (non è propio una velocità ma ci siamo capiti). Comunque ripeto siete perfetti

    • Valerio Dutto


      Ciao Gianluca, potrei sbagliarmi perché in questo momento non ho il dispositivo sotto mano, ma se non ricordo male non è possibile visualizzare il passo al posto della velocità.


  60. ciao Valerio, ho una mtb a pedalata assistita, e vorrei comprare un gps per mappare le mie gite in montagna e i percorsi di qualche giorno. Lo userei anche, ma meno frequentemente, per escursioni a piedi. Mi piacerebbe anche, benché non sia un requisito fondamentale, poter scaricare le mappe fornite da Garmin. Ho letto le tue recensioni sull’ etrex 30 e sull’edge 510, tuttavia se non mi faccio influenzare dalla differenza di prezzo non riesco a decidere cosa scegliere, anche tenendo conto del fatto che non mi servono nè la fascia cardio nè il sensore di cadenza. Puoi aiutarmi?

  61. MASSIMILIANO


    SALVE QUALCUNO SA DIRMI PERCHE’ LA MAPPA SUL GARMIN 30 QUANDO MARCO IL PUNTO DI RITORNO MI GIRA DI CONTINUO CERTE VOLTE ES SE SO CHE DEVO ANDARE DRITTO LA MAPPA SI GIRA

    • Valerio Dutto


      Ciao Massimiliano, per impostazione predefinita la mappa viene automaticamente orientata nella direzione giusta grazie alla bussola presente nel dispositivo. Non si tratta di un problema, quindi, ma di una funzionalità 🙂

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.

      • Massimiliano


        Ciaoo quando entro nel bosco clicco la macchina e vado fisso i punti quando richiamo la macchina la traiettoria si sposta da quella vera poi se esco dalla mappa e rientro va ho una slot con scaricata la maps del lazio che devo fare come devo gestirla

      • MASSIMILIANO


        CIAOO VALERIO INTANTO TI RINGRAZIO DELLA RISPOSTA TI SPIEGO NELL ETREX 30 HO FATTO CARICARE SU UNA SLOT LA CARTA DEL LAZIO QUELLA CHE TROVI SU GOOGLE MAPS QUINDI VIE STRADE VERDE ECC. ORA QUANDO PUNTO UN PUNTO LA MACCHINA E VADO NOTO CHE LA MAPPA OGNI TANTO SI GIRA ESCO DALLA MAPPA RIENTRO SI POSIZIONA ORA VOGLIO TORNARE ALLA MACCHINA FA LA STESSA COSA SI GIRA ANCHE PER QUALCHE MINUTO ORA SE IO NON SAPESSI CHE DEVO ANDARE IN SENSO CONTRARIO SBAGLIEREI SAREI CONFUSO PERCHE RIGIREREBBE COME MI DEVO COMPORTARE E NORMALE O SONO IO CHE NON HO DIMESTICHEZZA


  62. vorrei comprare un gps per mappare le mie gite in bici montagna e i percorsi di qualche giorno. Lo userei anche, ma meno frequentemente, per escursioni a piedi. Mi piacerebbe anche, benché non sia un requisito fondamentale, poter scaricare le mappe fornite da Garmin. Non capisco nulla di gps, ma ho letto le vostre recensioni sull’ etrex 30 e sull’edge 510, tuttavia se non mi faccio influenzare dalla differenza di prezzo non riesco a decidere cosa scegliere, anche tenendo conto del fatto che non mi servono nè la fascia cardio nè il sensore di cadenza. qualche consiglio?


  63. Ottima reensione.


  64. Ciao a tutti ho finalmente comprato il etrex 30,
    oggi seguendo la traccia scaricata dal pc ho notato che per seguirla a causa di un cancello chiuso, dovevo necessariamente allontanarmi e riprendere la traccia dopo tot metri.
    Finchè non passavo sopra il wpt (cosa che non è stato possibile) la freccia di direzione mi diceva di tornare sempre indietro……
    con il gps sul telefonino ho scaricato la stessa traccia e mi permette di riagganciarmi sulla traccia dopo un tot di metri, è possibile farlo anche con l’ etrex 30?
    Grazie!!!


  65. Ciao , sono intenzionato ad acquistare un etrex-20 per alcune escursioni enduristiche ( in moto) . Poiche’ vorrei utilizzarlo anche di notte e quindi ho la necessita’ che il display resti sempre acceso con significativo consumo di batterie , volevo sapere se il dispositivo funziona se lo si alimenta direttamente con cavetto USB / accendisigari e se occorre lasciare all’interno le batterie (non ricaricabili) oppure e’ meglio toglierle.
    Grazie mille.


  66. No, l’etrex non ricaricherà le batterie stilo ricaricabili. Non ha questa funzione. Potrai ricaricarle in seguito in un apposito caricabatterie. Dovrai quindi portarti un paio (o più) di pile di scorta già cariche.

  67. aldo strucchi


    Buongiorno, dopo aver letto una vs recensione, ho deciso di sostituire il mio Summit hc con un Etrex 30. Premetto che lo utilizzo nel bosco per andare a funghi e l’uso che ne faccio è molto semplice: marco con dei waypoint zone di particolare interesse e poi tramite la freccia di Direzione cerco di raggiungerli. Tutto qui, non uso perciò le mappe, le tracce, le rotte, etc. Con il vecchio Summit hc, una volta digitato il waypoint, e il “vai a”, compariva subito la freccia che mi indicava la Direzione da seguire. Con l’Etrex 30, digitato il “vai” appare invece la mappa. Sono allora costretto ad uscire dalla pagina, entrare della pagina della “Bussola” e solo allora appare la freccia. Esiste una procedura più diretta?
    Se ho ben capito, (e sul manuale d’uso la Garmin non si è proprio sforzata), la freccia funziona solo come bussola eletttronica, senza cioè sfruttare i satelliti gps. Perché utilizzi i gps bisogna modificare l’impostazione del profilo in “autoveicolo”
    Il Datum che ho impostato è il Roma 1940, ma solo perché così ho casualmente fatto all’atto dell’acquisto del mio primo gps, e volendo poi trasferire i waypoint da un gps all’altro, ho continuato con questa impostazione. Ci sarebbe la possibilità di trasformarli in Europa 1950?
    Ultima cosa: come da Vs suggerimento, nell’Etrex ho inserito sia il Gps + Glonass che il Waas e pensavo avesse una precisione superiore rispetto al Summit hc. In realtà, messi in funzione uno di fianco all’altro, il Summit evidenzia sempre una maggior precisione (8 metri del Summit contro gli 11 del Etrex 30 in questo momento). Sbaglio qualcosa io nell’impostazione, o semplicemente questi dati devono essere presi con un certo beneficio di inventario?
    Grazie fin d’ora per le eventuali graditissime risposte.
    Aldo


  68. Ciao complimenti per il blog.
    Leggendo le tue recensioni mi sono convinto a comprare l’etrex30 per usarlo in mtb, alpinismo e sci alpinismo.
    L’unica cosa che non mi convince sonomle dimensioni dello schermo…2.2 pollici non sono pochi? Sono sufficienti?
    Grazie mille

  69. gianfranco zampieri


    Ciao a tutti, sono alla ricerca di un consiglio, ma non so se sono nel posto giusto: dopo aver salvato la traccia di domenica scorsa mi sono accorto di aver sbagliato a scrivere il nome. L’ho modificato e quando sono andato su “tracce salvate” l’etrex 30 si bloccava. L’ho spento e riacceso alcune volte ma non è cambiato nulla. Ho salvato le mie tracce su Base Camp, tolto la micro SD e formattato il Garmin. Dopo sembrava non rifare più l’errore ma non non sono più riuscito ad impostare la lingua in Italiano. Dal menù sistema si entra nell’impostazione lingua e quando provo fa un doppio Bip senza propormi altre lingue. E’ già successo a qualcuno? Grazie per l’attenzione.


    • Ciao Gianfranco, quando sei andato nel menù sistema, impostazione lingua, sei andato nella tendina di fianco a destra? Cliccandola ti dà la scelta di varie lingue, tra cui l’italiano. Prova a guardare se hai fatto tutti i passaggi.


  70. Ciao a tutti.
    Complimenti per l’utilissimo blog per iniziare!
    Ho solo un dubbio prima di acquistare l’etrex 30, ovvero….dovendomi recare all’estero per circa 60 giorni ho bisogno che il GPS mi registri tutti gli spostamenti.
    Se non ho capito male posso avviare una nuova traccia ogni giorno e poi salvarla a fine giornata, ritrovandomi poi a fine viaggio con ca 60 tracce salvate sul dispositivo…giusto?
    Altro dubbio…una traccia può durare anche per 12/14 ore?
    Grazie a tutti e buon…viaggio! 🙂


  71. Grazie mille Valerio.

  72. michele bastiani


    Ciao!!! Complimenti per il vostro sito e mi sono state molto utili le vostre spiegazioni…io sono un pescatore ed utilizzo il gps per portare le mie esche in un punto preciso (specialmente nei grandi laghi)!!! Se ho capito bene tutti i discorsi la differenza tra i modelli etrex 10-20-30 sta solo in piccoli dettagli…quindi per le mie esigenze di navigazione il modello 10 mi porta sullo stesso punto e precisione del modello 30??? Vi ringrazio in anticipo!!! Saluti Michele


  73. Seguendo le vostre indicazioni ho acquistato un etrex-30 della Garmin.
    Su vostro consiglio inoltre ho installato le OSM e le trovo buone.
    In generale mi trovo benissimo con il GPS e lo trovo utilissimo.
    premetto che lo uso prevalentemente per cercare funghi quindi in zone non aperte e molto spesso in bosco fitto.
    La domanda è questa:
    Dopo aver salvato una traccia, la visualizzo su Base camp dopo aver collegato l’apparecchio al PC, ma come posso visualizzarla su una mappa con curve di livello tipo appunto la OSM?
    cioè a volte capita di non aver capito i passaggi fatti nel bosco e volerli visualizzare su mappa per capire il percorso fatto.
    Base Camp non lo trovo particolareggiato come le OSM, a meno che sbaglio io qualche impostazione.
    Grazie e buona giornata


    • Quando hai scaricato OSM sul pc dovrebbe essere stato salvato automaticamente nella cartella Garmin dove c’è anche Basecamp. Quindi quando apri Basecamp vai in alto dove c’è scritto Mappe (almeno che tu non abbia il riquadro dove selezionare direttamente dal menù a tendina la mappa che vuoi visualizzare) e metti il flag su OSM. A questo punto dovrebbe apparirti la mappa particolareggiata diOSM. Puoi far così con tutte le mappe che hai scaricato, io x esempio ho anche OpenMTBmap e quando collego il GPS anche Trek Map italia v3.
      spero di essere stata chiara.


      • Grazie Maria, sei stata chiarissima.
        La difficoltà era dovuta al fatto che le OSM non erano nella cartella Garmin(non so per quale motivo),è stato sufficiente spostarle li e riavviare il tutto.
        Mi sembra cmq diversa da quella online comunque va benissimo.
        Ciaoooo e grazie!!
        Pierangelo

  74. Michele Bastiani


    nessuno sa rispondermi??? vorrei un consiglio su quale modello acquistare o se qualcuno conosce qualche altro modello più preciso…


  75. sono un cercatore di funghi e pensavo di prendere etrex30, non essendo molto ferrato in materia e consigliabile etrex 30 o e un po sprecato?


  76. buongiorno a tutti
    ho da poco ilo “mitico” Etrex 30, tuttavia a causa del manuale (di fatto inesistente) non riesco ad accedere ad una funzione che dovrebbe essere banale tipo “ritornare sui propri passi ” o su una traccia memorizzata.
    potete aiutarmi ?
    grazie

    • Valerio Dutto


      Ciao, puoi trovare qualche informazione in questo nostro articolo. Se non l’hai ancora letto ti consiglio anche 10 trucchi e consigli per usare al meglio il GPS Garmin eTrex 30. Ciao, Valerio.


      • probabilmente sono “fuso” ma non riesco a venirne fuori.
        ho letto gli articoli, penso di aver seguito le istruzioni, ma no mi riesce a seguire una traccia memorizzata.
        grazie chiunque mi venga in soccorso.
        Nevio


        • Non so quale sia il tuo problema ma cercherò di spiegarti come faccio io a seguire una traccia:
          Vai su “dove si va?” poi su “track manager” dove troverai la traccia corrente e quelle che hai memorizzato.
          Se selezioni quella corrente dovrebbe esserci la possibilità di chiedere di invertire la traccia e così puoi tornare su i tuoi passi; ora non ho il GPS sottomano e quindi l’indicazione potrebbe essere imprecisa, + tardi controllo e ti riscrivo.
          Se invece selezioni un altra traccia ti dovrebbe apparire la carta con in basso scritto VAI. Conferma e il GPS dovrebbe in pochi secondi caricarti la traccia. A questo punto dovrebbe essere evidenziata del colore che hai scelto te (vedi impostazioni) sulla mappa. La freccetta Blu indica la tua posizione e a questo punto non ti resta che camminare e vedere che la freccia blu sia sopra la traccia.


          • grazie, Maria
            verifico quanto segnalatomi.
            Io lo uso per piste e percorsi ciclabili. Mi aspettavo che una volta selezionata la traccia, mi guidasse tipo “navigatore stradale” visto che la medesima funzione esiste quando gli dici di raggiungere un W.P. ti indica il tracciato e ti dice quando sbagli con un “bip”

            Sulla inversione del tracciato, mi sembra di ricordare che ti chiede di salvare la traccia invertita.


          • Perché funzioni come dici devi creare un percorso e non una traccia! Se crei una traccia da Basecamp la puoi far trasformare in percorso e viceversa. Altrimenti devi creare il percorso direttamente dal GPS ma è un bel po’ + complicato e sinceramente non so darti indicazioni precise xchè non l’ho mai fatto. Normalmente io mi preparo sia percorso che traccia con Basecamp.


          • Comincio ad avere le idee più “chiare”. ,
            Mi documenterò sulle potenzialità di Basecamp, soprattutto se può convertire un tracciato fatto col gps e fargli fare quello che voglio io.

            grazie
            Nevio
            PS

            Basecamp lo trovo sul sito della garmin, vero ?


          • SI ma poi scaricati le mappe o Openstreetmap o openmtpmap e trovi tutte le procedure su questo sito.
            Buone pedalate!


          • grazie
            buone camminate

            PS
            se passi da Ravenna ci sono delle bellissime camminate nelle pinete e nelle valli (però siamo in pianura)


          • Buongiorno Maria, eccomi di nuovo.
            ritorno sul “percorso” creato con Basecamp, dopo averlo creato, però mi sono “piantato” di nuovo.
            lo visualizzo sul Gps, ma ancora non riesco a “a seguirlo” con il “dove si va?”. ti confesso che questo mi fa andare in bestia. dovrebbe essere banale, che la funzione esiste.
            Nevio


          • Anch’io qualche volta ho trovato dei problemi creando su bascamp un percorso, caricarlo sul GPS e poi seguirlo infatti preferisco creare, caricare e seguire una traccia. Cerca di spiegare meglio quale problema trovi xchè se resti sul generico è abbastanza difficile aiutarti!
            Un consiglio: accendi sempre il GPS almeno mezz’ora prima di cominciare ad usarlo xchè gli ci vuole un po’ di tempo x captare i satelliti e all’inizio potrebbe essere impreciso.


      • ciao a tutti e Complimenti,
        avendo un etrex30 vi chiedo come mai non riesco a visualizzare la temperatura

        • Valerio Dutto


          Ciao Franco, l’eTrex 30 non ha il sensore di temperatura integrato. Se lo desideri occorre acquistare a parte il Garmin Tempe (vedi su Amazon). Spero di esserti stato di aiuto, Valerio.

  77. Stefano bronconi


    salve, e buongiorno, ho un problema con il mio etrex 30, l’ho acquistato con la trekmap v3 italia all’interno della scheda esterna, da qualche mese dopo qualche secondo che il gps è acceso ed in movimento con questa mappa attiva si spenge tutto. Sono stato costretto ad utilizzare la mappa opensource openmtbmap_italy che funziona benissimo, disattivando la trekmap v3, sapete aiutarmi?


    • Ciao, anch’io ho acquistato trekmap italia v3 e devo dire che non ho riscontrato nessun problema di funzionamento. Cmq ormai da diverso tempo non la utilizzo quasi più perché, almeno la parte che riguarda la mia zona (Toscana) è molto incompleta e preferisco di gran lunga utilizzare alternativamente sia openmtbmap che OSM che evidenziano molti più sentieri.
      Se però vuoi utilizzare trekmap e hai problemi di funzionamento forse dipende dal GPS stesso e potresti provare o a chiedere direttamente all’assistenza della Garmin (che però devo dire non sono troppo ferrati, purtroppo) o inviarlo in riparazione alla Garmin se è ancora in garanzia.

      • stefano bronconi


        Grazie maria anche io sono della toscana e ho visto anche io che è più aggiornata la mappa openmtb proverò a contattare garmin e vedere cosa mi dicono, grazie per la risposta!!


  78. ciao, possiedo un etrex 30 e quando lo accendo prima di una camminata in montagna mi traccia una linea diretta da l’ultimo posto dove era acceso. Come posso togliere questa funzione ?
    Sono della provincia di Belluno e purtroppo i sentieri sono molto scarsi esclusi quelli classici che tutti conosciamo
    grazie enrico


    • Vai su track manager – selezioni traccia corrente-elimina traccia corrente. Così ti si azzera anche il computer di viaggio e alla fine del tuo giro i deti che ci troverai sono quelli effettivi della traccia che hai percorso.


  79. grazie Maria lo faccio ogni volta ma chiedevo se e’ un errore del etrex 30 . E’ possibile toglire questo problema
    grazie della disponibilita’

    • Valerio Dutto


      Ciao Enrico, il suggerimento che ti ha dato Maria è corretto. A parer mio evidentemente tu lo azzeri troppo presto. Mi spiego. Quando lo accendi lui attiva il rilevamento dei satelliti. Pian piano, mentre li sta rilevando, il margine di errore diminuisce, avvicinandosi man mano con più precisione alla posizione in cui realmente ti trovi. Se tu azzeri il dispositivo troppo presto lui segna la partenza un po’ più in là di dove ti trovavi realmente.

      In altre parole, per evitare il problema fa così: appena arrivi alla partenza accendi l’eTrex 30. Lascialo prendere i satelliti mentre ti prepari. Dopo qualche minuto, quando sei sicuro che abbia già ottenuto il fix preciso, azzera il computer di viaggio e elimina la traccia corrente.

      Spero di esserti stato di aiuto,

      Valerio.


  80. grazie Valerio faro’ sicuramente le prova e comunichero’ il risultato
    ho notato che quando registro la traccia di un sentiero non e’ mai sopra quella rossa della mappa e’ normale ?


    • sì è normale a volte ci può essere uno scarto anche di una decina di metri. Inoltre più ingrandisci la mappa sul GPS e meno corrisponde il tuo tracciato con quello che vedi sul display. E’ tutto un discorso di satelliti un po’ complicato da capire (almeno x me) e ancora più difficile spiegare. Sappi che cmq è normale questa differenze tra il tuo tracciato e la mappa del GPS.


  81. grazie Maria
    enrico


  82. buongiorno voglio informare i lettori di questo interessante forum di prestare attenzione ad acquistare su Membrane Store

    ho pagato anticipato con postepay delle protezioni per lo schermo del mio etrex 30 dopo alcuni mesi , vari solleciti , scuse varie , dal venditore mi e’ stato rimborsato solo parzialmente l’esborso giustificando che la merce era’ stata spedita e che quindi si trattenevano le spese vive.
    ma io non ho mai ricevuto nulla

    • Valerio Dutto


      Ciao Enrico, grazie per il tuo commento. Immagino comunque si sia trattata solo di sfortuna, perché ho già acquistato parecchie pellicole (non solo per eTrex 30) da Membrane Store e mi sono sempre trovato benissimo! Ciao, Valerio.


  83. Ciao,
    esistono delle mappe gps degli impianti sciistici delle Dolomiti?

  84. Oliver Cottarelli


    Buongiorno.
    Sono Oliver e volevo chiederti un consiglio. Spesso vado in montagna a far trekking e con la mountain-bike, però faccio anche le regate in barca a vela. I GPS nautici costano un botto e sono specifici per quello e basta. Questo GPS prende anche nelle fasce costiere con visualizzazione standard. Posso inserire dei waypoint (riferite alle boe) e controllarmi la distanza rimanente – il punto dove devo dirigermi – l’eta – e la velocità anche in zona mare?!?
    Lo sò che è una domanda strana però se ha anche questo fidatevi che sarebbe molto più completo di quanto si possa immaginare.
    Grazie mille e buona giornata.
    Oliver

  85. Maurizio Gallo


    Anch’io dopo aver letto i vostri articoli ho acquistato l’eTrex 30 della Garmin nella versione bundle con Garmin trekMap Italia v3 PRO. All’interno della confezione pensavo di trovare un cd invece ho trovato una scheda micro SD/SD che non riesco ad inserire perché troppo grande:Ci vuole un adattatore?
    Spero di non aver fatto cavolate
    grazie Maurizio

  86. Maurizio Gallo


    ho risolto il problema…..
    grazie Maurizio


  87. Ciao Valerio, ho appena acquistato un etrex 30 e quando l’accendo e visualizzo la mappa compare sempre sullo schermo una linea retta che collega il punto dove mi trovo ad un’altra località e ci rimane anche mentre percorro una nuova traccia. Di che si tratta? Come faccio a toglierla?


    • Ciao Fabio, quella che vedi è la traccia che hai fatto,e naturalmente se il GPS era spento sarà una linea retta che unisce il punto iniziale (la fabbrica d’origine) a dove ti trovi te. Questa linea ci sarà sempre finchè non cancelli la traccia. Dopodichè ricomincerà e sarà così tutte le volte che accendi il GPS. Non credo di essere stata molto chiara ma con la pratica capirai. Cmq ti spiego come fare x toglierla:
      Tutte le volte che accenti il GPS e ancora meglio appena cominci un trekking o giro in bici (non so x cosa lo usi) vai su Track Manager seleziona traccia corrente e eliminala o altro modo vai sul computer di viaggio, premi il tastino + in basso che hai sulla sinistra, seleziona reimpostazione e azzera i dati di viaggio (così ti si azzerano anche i dati del computer) poi vai su elimina traccia corrente. Così la linea blu è tolta ma solo momentaneamente xchè ricomincerà subito dal punto in cui ti trovi finchè non la annulli nuovamente.
      Come sempre credo di aver fatto un po’ di confusione ma non è sempre semplice spiegare le cose scrivendole.
      Spero di esserti servita almeno un po’!


  88. Ti ringrazio per la risposta. Tanto per farti un esempio, lo scorso fine settimana ho fatto un giro in un bosco in Valdelsa con GPS acceso. Poi ho spento il GPS e più tardi sono andato a Volterra dove l’ho riacceso per fare una prova ed ho creato anche un Waypoint. Ebbene una linea retta celeste univa le due tracce. Il giorno dopo ero a Siena, ho riacceso il navigatore e di nuovo è apparsa la linea retta che stavolta univa il Waypoint di Volterra al punto in cui mi trovavo in quel momento. Praticamente è come se il navigatore unisse sempre la posizione attuale con quella dove eravamo l’ultima volta. Non ne capisco l’utilità, è una bella seccatura doverla eliminare tutte le volte. Grazie per avermi spiegato come fare. Saluti.


  89. Sì infatti il GPS tiene traccia di tutti gli spostamenti: se è acceso segna passo passo il tuo percorso se è spento unisce l’ultimo punto in cui era acceso con quello in cui viene nuovamente riacceso e questa volta con una linea retta. In effetti è un po una noia tutte le volte cancellare la traccia precedente.
    Vedo che giri in Toscana e guarda caso proprio domenica scorsa anch’io ero in zona di Colle val d’Elsa!!!!. Chissà, forse un giorno c’incroceremo. Io sono riconoscibilissima xchè cammino quasi sempre sola accompagnata dalla mio cane, una femmina meticcia tutta nera e abbastanza grossa.
    Saluti

  90. Nico Ruffato


    Salve a tutti e complimenti per la Vostra recensione che mi ha chiarito un bel po’ di cose!
    Vorrei aquistare l’eTrex30 per escursioni in montagna (Alpi Venete), ma essendo un fotografo, avrei bisogno di fissare dei punti strategici prima ancora di partire da casa, il GPS mi serve soprattutto a questo e per il ritorno e in andata sui posti, visto che normalmente fotografo all’alba o al tramonto.. Quindi credo che l’etrex30 faccia al caso mio!
    La domanda però è la seguente, sto programmando un viaggio fotografico in Islanda per la prossima estate (luglio 2014), per i motivi di cui sopra avrò bisogno di un gps che mi aiuti ad arrivare in modo preciso sui posti preventivati, non riseco a trovare la mappa dell’Islanda per il Garmin, a voi risulta?
    Come posso risolv ere il problema?
    Grazie infine per l’aiuto
    Nico

    • Valerio Dutto


      Ciao Nico, noi ultimamente consigliamo le ottime OpenMtbMap, che hanno raggiunto una elevata qualità e sono completamente gratuite (tutti i dettagli in questo nostro articolo). Sono naturalmente compatibili anche con l’eTrex 30 (vedi su Amazon) e vedo che sono disponibili anche per l’Islanda. Spero di esserti stato di aiuto, Valerio.


  91. Salve, innanzitutto grazie per i consigli datimi i giorni scorsi e che mi sono stati veramente utili. Ieri ho fatto il primo uso serio del Garmin e, come prevedevo, ci sono cose su cui ancora devo chiarire le idee. Ho azzerato traccia corrente e computer di viaggio alla partenza del giro con la mountain bike e fin qui tutto ok, visto che l’etrex ha cominciato il proprio lavoro egregiamente. Ad un certo punto del giro è accaduta la prima cosa strana. Mi sono fermato per aspettare alcuni amici rimasti indietro, ho spento il navigatore per evitare l’effetto stella e siccome non arrivavano sono tornato indietro a cercarli, quando siamo ritornati al punto in cui l’avevo spento, l’ho acceso di nuovo, ma la traccia anzichè riprendere precisa, mostra una strana digressione, come se avesse continuato a tracciare pure da spento. E’ normale?
    All’arrivo ho salvato la traccia tramite il track manager, poi in casa ho notato che c’erano due tracce del giro fatto, una dentro la cartella “tracce salvate” col percorso in rosso ed una fuori dalla cartella col percorso in celeste. Ho rinominato quella salvata ed eliminato l’altra. Se però vado in “dove si va?”, non c’è traccia del percorso salvato da nessuna parte!! Non solo, per fare pulizia ho eliminato il contenuto della cartella dei fatti di recente che era piena di prove, ma così facendo è sparita pure la cartella, così come è sparita l’intera cartella dei WayPoint quando ho cancellato vecchi waypoint creati per prova. E’ normale tutto questo o ho combinato un casino? Se volessi ripetere il percorso fatto ieri a questo punto come dovrei fare?
    Grazie per l’aiuto.


    • Ciao Fabio, provo io a rispondere almeno ad alcuni dei tuoi dubbi. Prima cosa che ti consiglio, se non lo hai già fatto, è di scaricarti sul PC un programma x poi creare, vedere e correggere le varie tracce che fai. Io uso BasCamp scaricato gratuitamente dal sito della Garmin ma so che ce ne sono altri. Seconda cosa è quella di non spengere il GPS se stai fermo per poco tempo. E’ vero che c’è l’effetto stella ma influisce se stai fermo per molto tempo e cmq quando poi scarichi la traccia sul PC puoi tranquillamente cancellare tutti quei punti che si sono venuti a creare con l’effetto stella e riportare la tua traccia al percorso effettivamente fatto.
      X quanto riguarda la traccia segnata dal GPS quando lo hai spento è come ti ho già detto nella precedente risposta: il GPS se è spento non registra la tua traccia ma quando lo riaccendi unisce l’ultimo punto di accensione con quello di quando lo riaccendi e quindi dovresti aver trovato una riga retta.
      Passiamo al salvataggio delle tracce. Una volta salvato la traccia con TrackManager il GPS ti chiede se vuoi “cancellare la traccia corrente e i dati associati?” mettendo SI ti salva la traccia che hai appena fatto e ne ricomincia una nuova, se metti NO ti salva la traccia appena fatta Ma continua a registrare la traccia quindi alla fine ti trovi due tracce: la prima più corta la seconda più lunga che comprende anche la prima.
      Chiarito questo punto (spero), passiamo al ritrovare le tracce salvate. Tutte le tracce, finchè non le archivi, le trovi nella cartella Trak Manager e come nome hanno la data e l’ora in cui le hai salvate. Se poi vuoi le puoi archiviare e le ritrovi sempre nella cartella Trak Manager selezionando la voce Tracce Salvate.
      Per quanto riguarda il seguito della tua domanda non ho ben capito cosa ti sia successo: ti sono sparite proprio le icone dei Waypoint e delle tracce? se vuoi spiegami meglio cos’è successo.
      Non so se ti sono stata utile e se ho capito bene i tuoi problemi.
      Comunque non ti abbattere, anch’io all’inizio ho avuto un bel po’ di problemi inoltre ho dovuto rimandare il mio GPS alla Garmin x ben 5 volte xchè era guasto……!!!! e quindi non capivo se ero io che non sapevo usarlo o se era il GPS che aveva qualcosa di guasto!
      Buona pedalata! 🙂


  92. Grazie per la risposta dettagliata. Dunque, lo spegnimento e la riaccensione del navigatore a metà percorso, l’ho fatta nello stesso punto, quindi in teoria la linea retta non doveva farla, ed invece stranamente una digressione l’ha fatta lo stasso, vabbè, farò delle prove sia ripetendo la cosa sia lasciandolo acceso e vedrò le differenze. Per la navigaione delle tracce salvate sono riuscito a venirne a capo spulciando su internet qua e là. Praticamente il navigatore non è in grado di percorrere una traccia salvata finchè questa si trova all’interno dell’archivio. Per poterla ripercorrere è necessario riportarla fuori della cartella segnandola tra i “preferiti”. Per quanto riguarda le cartelle scomparse e che erano nella directory “dove si va?”, a quanto ho letto, quella che conteneva i Waypoint dovrebbe ricomparire al momento in cui creerò dei Waypoint, mentre quella sui “dati recenti” (o “trovati di recente”, non ricordo come si chiamava) non lo so, ma è possibile che ricompaia anch’essa quando ci saranno nuove registrazioni. Farò nuove prove. Nel frattempo seguendo le istruzioni ottimamente fornite da Valerio Dutto, ieri sono riuscito a scaricare sul Garmin la mappa dell’Italia di Openmtbmap. Ora la grafica è tutt’altra cosa. Grazie di tutto.


  93. Ciao, per caso questa sera ho trovato il tuo sito e devo dire che è stupendo. Le recensioni sono precise e curate, le guide ancora di più e soprattutto curi anche la sezione per chi ha il Mac. :-p.
    Volevo sapere se consigli di più il Dakota 20, l’ eTrex 30 o se per te vale la pena fare lo sforzo per arrivare all’Oregon 600. grazie mille.

    • Valerio Dutto


      Ciao Fabio, grazie per i complimenti! Ti consiglio di lasciar perdere il Dakota 20, che ormai è uscito di produzione. Andrei quindi sull’eTrex 30 (che su Amazon ha un prezzo fantastico) o sull’Oregon 600 (recensione). Al fondo della recensione dell’Oregon trovi proprio un confronto sull’eTrex 30. Spero di esserti stato di aiuto! Valerio.


  94. Ciao a tutti, sono interessato all’acquisto di un gps da trekking, essendo un’amante della ricerca dei funghi. da una lettura sommaria delle caratteristiche dei vari modelli mi sembra che l’etrex 30 della garmin risponda alle mie esigenze. Mi potete confermare le mie impressioni e se si che tipo di cartografia mi consigliate? a me piacerebbe poter visualizzare sullo schermo una mappa che evidenzi boschi, pianure e, se possibile, dislivelli. grazie e attendo risposte. Roberto

    • Valerio Dutto


      Ciao Roberto, l’eTrex 30, che ora si trova su Amazon a 169€, ha in assoluto uno dei migliori rapporti qualità/prezzo in assoluto. Per la cartografia ti consiglio le OpenMtbMap, di ottima qualità e con l’enorme vantaggio di essere completamente gratuite. Tutti i dettagli su come installarle in questo nostro articolo. Ciao, Valerio.


  95. Ciao a tutti, qualcuno mi sa dire se posso trovare da scaricare la mappa di Londra x caricarla sul mio etrex 30? Ho visto che su openmtbmap trovo la Gran Bretagana ma penso che Londra non sia molto dettagliata.
    Grazie

    • Valerio Dutto


      Ciao Maria, le OpenStreetMap di Londra sono iper dettagliate (ci sono addirittura i sentieri nei parchi!). Puoi installarle seguendo questa guida. Dato che le OpenMtbMap si basano sulle OpenStreetMap comunque credo lo siano anche esse… Ciao!


  96. Grazie Valerio, dove posso vedere una schermata della OpenMtbMap? Roberto

    • Valerio Dutto


      Ciao, non mi risulta sia disponibile per una visualizzazione online come accade ad esempio con le OpenStreetMap, per cui il modo per vederle meglio probabilmente rimane quelle di scaricarle e installarle sul tuo computer seguendo tutti i passi fino al 3 punto 9 incluso di questo articolo. Poi ti installi BaseCamp e le visualizzi lì dentro. Spero di esserti stato di aiuto, Valerio.


  97. ciao valerio mi chiamo Roberto da nencini sport vendono il gps e trex 30 che se non ho capito male è lo stesso che trovi su amazon in offerta. ma prima di acquistarlo volevo sapere che tipo di softwere hà in pratica se è l ultima versione…il 3.70 sopra descritto. quindi telefono e chiedo, ma loro mi hanno risposto che non lo sanno. non solo, dicono che se per caso è una versione di softwere non recente si puo andare nel sito della garmin ed aggiornarlo. ora ti chiedo, come faccio a sapere se nel e trex che loro vendono cè gia installato il nuovo softwere 3.70 ?? essendo in offerta sarà mica una versione di softwere precedente ?? cordialmente Roberto.

    • Valerio Dutto


      Ciao Roberto, in effetti non importa la versione del software presente al momento dell’acquisto: in qualunque momento potrai aggiornarlo in modo del tutto gratuito seguendo questa nostra guida. Spero di esserti stato di aiuto, Valerio.


    • Ciao Roberto ,ho acquistato in questi giorni su internet da Nencini Sport l’Etrex 30 ed ho riscontrato che la versione del software è 3,90. Ciao Fabio.


  98. grazie valerio per la celere risposta ora la domanda che mi pongo e che….ti….pongo e questa. non sono in grado di fare nessuna delle modifiche da voi suggerite ne per aggiornare il softwere ne tanto meno per caricarmi eventuali mappe da voi proposte io di computer so poco e nulla. quindi lo acquisterei e lo terrei cosi com è con le funzioni impostate dalla casa, credi che sia comunque valido come gps ?? a grandi linee potresti descrivermi come si presenterebbe il mio e trex 30 senza le mappe da voi suggerite e quant altro…in pratica nudo e crudo?? cordialmente roberto

    • Valerio Dutto


      Ciao Roberto, so che in molti lo utilizzano senza mai collegarlo al computer, ma per come la vedo io equivale a comprare una macchina e mettere al massimo la terza 🙂 Insomma: ti perderesti metà del divertimento…


  99. Ciao sono d nuovo io! Una domanda sull’etrex 30 che mi sembra nessuno abbia posto…ma se io per una questione di “sicurezza” togliessi le batterie dallo strumento,magari quando so di usarlo molto poco…rischio di perdere i dati in memoria? Tipo mappe e tracce?
    Grazie in anticipo !!!
    Matteo

    • Valerio Dutto


      No, è studiato appositamente per poter togliere le batterie in qualunque momento senza perdere nulla. Addirittura puoi sostituirle a metà escursione: appena metti quelle nuove lui riprende come se niente fosse. Ciao!


      • Si si,quello lo sapevo ,ma in caso le togliessi per un mese o anche due,perderei la memoria (es. mappe caricate) ? Grazie mille!
        Matteo


        • No, la memoria del Garmin non si cancella se rimane senza batterie così come non perdi i dati scritti su una memory card o una chiavetta usb, che non sono alimentate da batterie, anche dopo molto tempo che non li usi.


  100. Buongiorno, ho acquistato l’Etrex30 in sostituzione del Summit hc e sono più che soddisfatto de nuovo acquisto. Lo utilizzo esclusivamente nei boschi ed uso molto la freccia di direzione per raggiungere i vari waypoint. . Con il Summit hc, una volta digitato il waypoint, e il “vai a”,
    compariva subito la freccia che mi indicava la Direzione da seguire. Con l’Etrex 30, digitato il “vai” appare invece la mappa. Sono allora costretto ad uscire, entrare della pagina della “Bussola” e solo allora appare la freccia. Esiste una procedura più diretta? Grazie


    • ciao aldo,
      puoi visualizzare la bussola sulla pagina mappa:
      – dalla pagina MAPPA premi MENU
      -scegli IMPOSTA MAPPA e conferma con ENTER e scegli l’opzione CAMPI DATI
      -scegli PERSONALIZZATO e conferma con ENTER
      -ora puoi scegliere se vuoi uno o più campi dati sempre attivi anche quando non sei in modalità navigazione. Nel tuo caso imposta zero, mentre nel campoIN NAVIGAZIONE scegli l’opzione CRUSCOTTO e nella finestra di scelta scegli CRUSCOTTO e quindi BUSSOLA.
      in questo modo la bussola verrà visualizzata solo durante la navigazione e scomparirà dalla schermata mappa alla fine della navigazione
      spero di essere stato chiaro


      • Ciao da quando stanno modificando il sito Garmin connect non riesco più a sincronizzare i dati ,il programma garmin express lo vede ma quando lo sincronizzi non succede nulla.


      • Grazie mille Sergio, sei stato chiarissimo. Proverò quanto prima a cambiare l’impostazione come mi hai suggerito.


  101. CIao a tutti, ho duvuto usare un nick perchè siamo troppi Fabio. Volevo chiedervi una cosa. Premetto che sto usando l’etrex 30 da un mesetto, quindi 4 escursione ed è ottimo tralasciando gli errori ormai noti come effetto stella ed unione di due tracciati se non viene azzerato. Ma io ho un ulteriore problemino. Quando guardo la mappa in navigazione, ho come scala le miglia o i piedi. Ho settato dalle impostazioni m e km ma non cambia nulla. anche le distanze al prossimo punto o le misure che faccio con il righello sono in miglie. C’è un modo per modificarlo?

    Grazie mille


    • Prova a collegarti al sito Garmin e scaricare gli aggiornamenti. Inoltre se hai registrato il GPS alla Garmin tutte le volte che lo colleghi al PC ti dovrebbe scaricare eventuali aggiornamenti in automatico.


  102. Ciao ragazzi la prima cosa che voglio dirvi e’ complimenti per il vostro sito che è una vera fonte di ispirazione e un supporto fondamentale per chi come me non ha grande dimestichezza con le strumentazioni super tecnologiche….a tal proposito vi chiedo un grosso aiuto e confido nella vostra estrema disponibilità… Ho acquistato un eTrex 30 leggendo la vostra recensione e avrei bisogno di capire passo passo come usare la funzione per tornare sui propi passi…ovvero fisso il punto di partenza faccio la mia escursione e poi decido di ritornare al punto di partenza come faccio ad impostare questa funzione?? Grazie anticipatamente per la vostra gradita risposta…e ancora complimenti


    • Ciao Cinzia. Ti risponderò dicendo qual è secondo me il modo più semplice per far ritorno a casa al termine dell’escursione. Dopo aver effettuato il percorso di andata, quando decidi di tornare alla base di partenza noterai sul display che il cursore ricalca, al contrario, la traccia che hai percorso all’andata. Basta seguirla fedelmente (se ti discostassi troppo lo noteresti) fino alla partenza.
      Grazie ancora per i complimenti!


  103. Salve a tutti, è da un po’ che vi seguo e ho trovato sempre info utilissime….
    soltanto che da un paio di giorni non riesco più a caricare le mie attività su Garmin Connect, mi spego meglio: accedo al sito, collego l’etrex 30 e vado su carica, adesso mi compare una schermata bianca, invece prima potevo selezionare le opzioni carica nuove attività, carica manualmente ecc…
    Come posso risolvere il problema?
    Grazie mille in anticipo….


  104. Ciao a tutti, volevo sapere quali formati per i file delle custom maps supporta il garmin etrex 30 (kmz, geotiff ….)???


  105. Ciao a tutti sono in procinto di acquistare un gps per le escursioni ,molto probabilmente sceglierò un etrex 30. Vorrei sapere se sulla cartografia base che danno insieme al gps al momento dell’acquisto sono riportati i nomi delle cime, la zona che maggiormente frequento è la catena del Matese (Molise). Grazie

    • Valerio Dutto


      Ciao Franco, la cartografia base inclusa con il GPS è praticamente inesistente. Il mio consiglio, non appena ti arriverà l’eTrex, è di installarti subito le OpenMtbMap (guida) che sono eccellenti e gratuite. Spero di esserti stato di aiuto, Valerio.


  106. Approfitto dell’ottimo forum per una domanda forse inopportuna, ma se qualcuno sapesse rispondermi…, avendo rotto il display dell’E-T 30 ho visto che è in vendita dalla cina un dysplay compatibile di ricambio (sostituirlo è molto facile) che va bene per tutti i modelli e-trex: 10-20-30 ? E’ verosimile visto che il 10 l’ha monocromatico ?
    Grazie
    Nicola


  107. Ciao, la mia domanda è veramente stupida e chiedo scusa a tutti :-).
    Non capisco come posso creare una cartella in Base Camp ove trasportare e salvare le mie tracce.
    Qualcuno mi spiega? Grazie


    • Ciao Luca. Quando sei nel menu di BaseCamp, nel riquadro in alto a sinistra (libreria), col tasto destro del mouse clicchi su “Raccolta”, poi scegli “Nuova Cartella elenco” se vuoi crearne una nuova. Ciao


  108. ciao.sono graziano,se fosse possibile,mi piacerebbe avere alcune informazioni sul mio etrex 30. scaricando le open mtb si possono vedere sul mio gps perfettamente i sentieri della mia zona, quelli sterrati e tutti i sentieri gta della provincia di cuneo? e infine,il gps inizia a registrare appena lo accendo e finisce appena lo spengo ? grazie mille x il vostro commento e complimenti x questo stupendo sito!


    • Queste mappe sono fatte e aggiornate via via da chi le ha percorse e quindi non è detto che ci siano proprio tutti i sentieri come non è detto che alcuni sentieri siano tutt’ora esistenti. Per mia esperienza personale (Toscana) sono abbastanza precise anche se qualche volta mi sono trovata su sentieri non puliti e quindi impraticabili o chiusi da cancelli. Altre volte ho visto che alcuni sentieri non sono proprio segnati ma in linea di massima sono attendibili.
      Il GPS registra quando è acceso passo passo i tuoi spostamenti quando è spento registra una linea retta che unisce il punto di spengimento con il punto di riaccensione.
      Spero di esserti stata utile


  109. Per evitare che continui a registrare e che tiri delle rette da dove è stato spento,si deve entrare nel menù di registrazione ed interrompere la stessa, ciò metterla non automatica.


    • Vorrei chiedere a Guido se potesse cortesemente indicarmi il percorso corretto per eliminare le linee rette che il gps traccia dal punto in cui viene spento al punto in cui viene riacceso. Presumo che dal menù si debba entrare in “impostazioni”, ma poi come devo procedere? Chiedo scusa per la banalità della richiesta ma sono un vecchietto e dunque poco avvezzo all’uso degli strumenti elettronici. Ringrazio fin d’ora per la cortesia


      • entra in impostazioni,poi tracce,registro traccia,seleziona non registrare quando finisci un percorso, in questo modo lui smette di registrare, e ricomincerà quando tu selezionerai una delle altre due opzioni.
        Facendo cosi’ lui partira e finirà di registrare quando decidi tu, e non farà’ dei collegamenti ,collegando i punti con delle rette,tra dove lo hai spento “attivo” e dove lo hai riacceso.


  110. grazie mille a tutti e due x le informazioni, siete stati molto gentili. un ultima cosa se possibile.sul mio gps posso installare le open mtb e anche le street map x la citta’.in modo da poterlo usare sia in mtb in montagna e in citta’ senza doverlo caricare uno x volta? cioe’, si possono caricare tutti e due sul gps oppure su sd? spero di essermi spiegato. grazie mille


    • Se ho capito bene la domanda, la risposta è sì, puoi caricare sia sul tuo GPS sia sul programma Garmin Basecamp (se lo usi) tutte le mappe che vuoi. Magari è consigliabile attivare sul GPS solo quelle che usi e tenere disattivate quelle che non usi. sai come fare ad attivare o disattivare le mappe sul GPS?


  111. cioe’ posso caricare sul mio gps sia open mtb e sia street map e usare a mio piacimento l’uno o l’altro in base alla mia utilita’? di preciso non so come fare perche’ l’ho appena comprato e devo iniziare a capire come si usa.


    • sì è proprio così. Allora x caricarle sul GPS segui le indicazioni che trovi su questo sito. Quando poi accendi il GPS ti posizioni sull’icoma MAPPA, dai ok e ti appare la schermata del luogo di dove ti trovi. Premi tastino a sx dello schermo con scritto menu, selezioni imposta mappa, poi selezioni Seleziona mappa e ti appaiono tutte le mappe che hai caricato e quella di defaul che però non serve a niente. Vai sulla mappa che vuoi attivare o disattivare, gli dai l’ok e ti fa scegliere se attivarla o disattivarla. Io per esempio tengo sempre attivate sia openmtbmap che OSM e non c’è contrasto fra loro mentre ho disattivato sia quella preinstallata che Trekmap Italia V3 (mappa acquistata ma che è molto deludente).
      Buone passeggiate e vedrai che quando cominci ad imparare ad usarlo ti divertirai un monte!


  112. grazie mille x le informazioni molto utili. buona serata e grazie ancora


  113. ciao, sono sempre Graziano. sto continuando a sperimentare l’etrex 30 e devo dire che e’proprio uno strumento utile e divertente. avrei una domanda da chiedere a chiunque sia gentile a rispondermi. quando trovo su sentieri o paesini punti di riferimento tipo fontane,chiese ecc.. mi trovo sempre parole in inglese. c’e’ modo di averle scritte in italiano? facendo invece un sentiero nuovo come posso fare x memorizzarlo nel programma open mtb e renderlo visibile e utile x tutti? grazie mille x chiunque sia in grado di aiutarmi. ciao e grazie


    • Ciao Graziano io ti posso rispondere solo in parte. Allora Open mtb mi pare sia solo in inglese, puoi scaricare però open street map (trovi le procedure sul questo sito) che è ugualmente attendibile ed è in italiano. Per poi riportare le tracce che hai fatto e che non sono su nessuna delle due mappe, credo che la procedura sia abbastanza complessa ma non l’ho mai fatto e quindi spero ti aiuti qualcun’altro.


  114. ma quindi dici che sono assolutamente uguali? cioe’ tutti i riferimenti tipo punti acqua,chiese,paletti d’informazioni e sentieri sono uguali sia su un programma che sull’altro? perche’ io ho scaricato open mtb e provandolo nei boschi vicino a casa mia tutto combacia perfettamente. scaricando l’altro programma sul gps poi mi conviene attivare solo un programma x volta oppure tutti e due contemporaneamente non si disturbano? grazie mille x le informazioni.


    • Sono molto simili, uno può avere qualcosa + dell’altro ma cmq io ho scaricato entrambi sia sul GPS (e li tengo attivi tutti e due e non vanno in conflitto) sia sul computer (sul programma Basecamp) e li uso alternativamente uno o l’altro.


  115. e quindi tutti i punti di interesse li trovi scritti in italiano? e quando invece registri una traccia dove l’inizio e’ lontano da casa tua,se il gps lo accendi gia’ a casa, ti porta ugualmente? oppure conviene accenderlo esattamente nello stesso punto d’inizio della traccia registrata?


    • Sì tutte le descrizioni sono in italiano. Per l’altra domanda non ho ben capito cosa vuoi sapere cmq io il GPS lo accendo sempre un bel po’ prima di iniziare il percorso xchè per calibrarsi e cercare i satelliti gli ci vuole tempo. Poi appena comincio il percorso che mi ero prefissata azzero la traccia corrente e tutti i dati del computer di viaggio così poi alla fine del trekking ho solo i dati del giro che ho fatto.


  116. ok va benissimo. x il discorso di prima intendevo dire: se mi scarico una traccia che il punto di inizio dista x esempio 15 km da casa mia,accendendo il gps a casa ,mi porta gia’ al punto di partenza come un vero navigatore? spero di essermi spiegato. del resto sei stata molto gentile a rispondere ai miei dubbi


    • si e no… mi spiego. Devi aver impostato un waypoint dove fai iniziare il tuo giro e quindi devi poi andare su “dove si va” – “waypoint” e selezioni il waypoint desiderato poi gli dici VAI. Il fatto è che il GPS ti calcola il tragitto da fare in base al profilo che hai messo nelle impostazioni e quindi se il profilo è escursionismo lui di traccia il percorso anche passando x sentieri o strade non praticabili con macchina o altro. Inoltre non sempre tiene conto di sensi unici, strade chiuse ecc.
      La cosa che faccio io è di guardarmi l’itinerario x raggiungere il mio percorso, a casa. Me lo creo con Basecamp, lo carico sul GPS e quando parto da casa seleziono quel percorso. Poi arrivata al punto di partenza procedo come ti ho spiegato prima. (cancello la traccia corrente ecc.)


  117. ok grazie mille x tutte le informazioni. sei stata molto gentile. ciao e buona serata


  118. potrei ancora avere un aiuto x un’altra cosa, se possibile? entrando nel programma basecamp,ho tracciato un tragitto sulla cartina con i vari waippoint. una volta finito come devo fare x trasportarlo sul mio gps? devo prima trasformarlo in file gpx oppure mi basta attaccare il gps al computer e trasportarlo sopra? sono nuovo in queste cose ed ho qualche problema a iniziare. grazie mille


    • Ciao Graziano, sono sempre io a risponderti: ormai abbiamo un filo diretto 🙂
      Ma non ti preoccupare, chiedi pure, capisco pienamente le tue difficoltà; all’inizio anch’io mi sono trovata un po’ arresa e purtroppo ancora non conoscevo questo sito e quindi ho dovuto fare quasi tutto da sola provando e riprovando.
      Bene veniamo a noi.
      Una volta creato il percorso su Basecamp selezioni la cartella che t’interessa dove ci saranno sia i Waypoint che il percorso. colleghi il GPS al compiuter, poi in alto a sx sulla schermata del programma c’è la scritta Dispositivo cliccaci sopra. seleziona invia al dispositivo e ti darà 2 ozioni di cui una è il nome che hai dato alla cartella del tuo percorso. Clicchi e vedrai che il tutto viene esportato sul GPS. (vedrai che nella libreria (a sx dello schermo) ci sarà il disegnino del GPS e una volta caricato il percorso verrà una linea verde e un segno di spunta.

      • Valerio Dutto


        Ciao Maria, grazie per le completissime risposte che dai. Non saprei fare di meglio! 😉 Un saluto.


  119. devo veramente ringraziarti x la pazienza e il modo dettagliato delle tue informazioni. mi sei stata davvero di grande aiuto. grazie mille. adesso mi metto li e provo.


  120. ciao,sono di nuovo qua!!!! ho provato ieri x la prima volta il gps in mtb e devo dire che va molto bene. e’ normale che pero’ la freccia sulla mappa non va sempre nella direzione che sto andando? cioe’,se sto andando verso sud ad esempio, facendo il giro di ritorno verso casa,la freccia va nel senso opposto della mia direzione,quindi la mappa risulta al contrario del mio senso di marcia. non so se mi sono spiegato. c’e’ un modo x far si che la mappa si giri in automatico nel mio senso di marcia? x le informazioni di ieri riguardo l’uso di basecamp.grazie mille,e’ tutto perfetto! grazie mille e scusa ancora x il disturbo


    • E’ questione di come hai impostato l’orientamento mappa. Nel caso che mi descrivi la freccia indica sempre il nord se vuoi che la freccia indichi il tuo senso di marcia vai su impostazioni – mappa – orientamento a questo punto seleziona traccia in alto….. e nessun distrubo, se così fosse nessuno mi obbliga a rispondere 🙂


  121. risolto anche questo problemino grazie a te. mi sei stata come sempre di grande aiuto. grazie mille e buon fine settimana.


  122. sono sempre io. i file gpx registrati nella mia cartella,quando cerco di visualizzarli,non mi fa vedere il grafico con l’altimetria e la mappa. mi fa solo leggere i dati garmin,ovvere coordinate e numeri vari. c’e’ un modo x visualizzare quelle 2 cose? grazie mille


    • Se ho capito bene vuoi vedere una traccia che hai fatto e visualizzare dislivello, tempi di percorrenza ecc.
      Non devi andare in nessuna cartella (immagino che intendi la cartella Garmin); hai il programma Basecamp e usi quello x tutto sia x creare le tracce, esportarle al GPS (come già ti ho spiegato) e anche x fare esattamente il contrario. cioè importarle dal GPS. Procedi come segue:
      Apri Basecamp, Colleghi il GPS (ricordati sempre da spento e non va acceso mai xchè ci pensa il computer a farlo). Quando sulla sx ti appare il disegnino del GPS vedrai che sotto c’è la scritta memoria interna. se la selezioni puoi già vedere tutti i dati che ci sono registrati tra cui anche la traccia che hai fatto (è contraddistinta con la data e l’ora in cui l’hai terminata). Se ci clicchi sopra ti si apre, sulla mappa, la traccia che hai fatto, se ci clicchi nuovamente ti si apre una scheda con tutti i dati che t’interessano. In alto a questa scheda puoi selezionare grafico o note x inserire commenti o note sul tragitto.
      Poi puoi esportare tutto quello che hai sul GPS in una cartella che ti devi creare sotto la voce Raccolta e così potrai avere un archivio di tutte le gite che fai.
      …. o forse intendevi qualcos’altro e ho capito male la domanda?
      Ti consiglio inoltre, x quanto riguarda il GPS di scaricarti dal sito della Garmin il manuale con le istruzioni d’uso che non è fatto benissimo e purtroppo non approfondisce molto gli argomenti ma ti può sempre dare una mano e consultare anche la guida di basecamp andando su AIUTO in alto sulla schermata di basecamp, nuovamente aiuto e ti si apre la guida on line. Questo non xchè non voglia aiutarti ma xchè a volte è + difficile spiegare le cose x scritto che farle.


  123. grazie mille x queste informazioni. invece provando a scaricarmi una traccia gpx da un sito,una volta trasportato su una mia cartella personale,provando ad aprirlo,mi da soltanto la schermata delle coordinate senza visualizzarmi la mappa. e’ normale che sia cosi’ oppure devo provare a fare anche in questo caso come hai scritto tu? grazie mille


    • Puoi anche metterle su una tua cartella personale ma poi quando lo vai ad aprire aprilo con Basecamp e vedrai che anche l’icona ti cambia e prende quella di Basecamp


  124. non riesco a trovare la mia cartella dei file su basecamp. oppure devo prima trasferirli sul mio gps e poi trasferirli sul programma basecamp? invece sul mio gps quante tracce gpx posso caricare sopra?


    • Scordati della tua cartella Basecamp. Creati una cartella da un’altra parte (Desktop, documenti o altro) e trasferisci i file che scarichi da altri siti. Naturalmente quando li scarichi vedi se è possibile farlo in formato gpx. Cmq qui si passa ad altro argomento, Non sono in grado, scrivendoti, di spiegarti anche come usare un computer e tutte le varie applicazioni anche xchè le cose cambiano da sistema operativo a sistema operativo.
      Inoltre sì sarebbe bene tu aggiornassi il tuo GPS.
      Anche x questo x scritto trovo difficile spiegarti come fare, fai delle prove o spera che qualcun’altro più bravo di me, ti risponda.
      Scusa se questa volta non sono stata di grande aiuto ma spesso faccio le cose in automatico e poterle rispiegare non è sempre semplice e rischierei di farti + confusione che altro. Ti consiglio di fare varie prove su tutto così pian piano ci prendi la mano e capisci come funzionano.


  125. ancora una cosa,scusami. x caso il mio gps garmin etrex 30,ha quasi 3 anni di vita. devo aggiornare il firmware?


  126. mi sei stata di grande aiuto. grazie tante e buona serata


  127. ciao a tutti,potrei avere un informazione da chiunque possa darmi una mano? come funziona il segnale acustico dell’etrex 30? perche’ provando ad usarlo con il segnala svolta oppure allontanandomi dalla traccia scaricata,non emetto alcun segnale( da me prestabilito). ho registrato tutti i segnali diversi,ad esempio x inizio traccia,fine traccia,svolte e anche errore svolte e anche attivata l’opzione ma niente. non so proprio come fare e come possa funzionare di preciso. grazie mille a chiunque mi dia una mano.ciao


    • Primo passo devi aver attivato ON alla scheda Toni (Impostazioni-Toni-ON). Poi devi dire a che distanza vuoi che ti suoni e vai sul menù principale-Waypoint di prossimità-Crea allarme-selezione il modo che vuoi x trovare il waypoint -(es. mappa o waypoint se ce l’hai memorizzati)-seleziona il waypoint che t’interessa -utilizzare e inserisci i metri o km. di distanza che vuoi ti suoni- fatto.
      X le svolte, inizio percorso ecc. credo che funzioni solo se usi percorsi e non tracce ma non lo uso mai e non so aiutarti.
      Tutto questo puoi farlo anche + comodamente su Basecamp prima di caricare i waypoint sul GPS cliccando con il tasto dx sul Waypoint e inserire i m. o km. alla voce prossimità.


  128. Ciao a tutti, questa è una domanda che rivolgo a chi, oltre al GPS, usa il programma Garmin Basecamp e Google earth., io utilizzandoli mi trovo con questo problema riguardo l’altimetro.
    Quando finisco il mio trekking, salvo la traccia sul GPS e già a questo punto tra i dati del dislivello che mi riporta il computer di viaggio e i dati “contrlolla mappa” c’è sempre molta differenza. Una volta a casa scarico la traccia su basecamp e qui i dati cambiano nuovamente. L’assistenza Garmin mi ha risposto che, essendo un altimetro barometrico, in fase di camminata ci possono essere variazioni a seconda della pressione atmosferica e che una volta scaricata la traccia sul computer, basecamp rimette a posto tutti i dati. E accettiamo pure questa spiegazione ma, se la stessa traccia poi la visualizzo con Google earth i dati cambiano nuovamente; i km. percorsi corrispondono (ci possono essere un centinaio di metri di differenza su un trekking di 16/17 km.) ma sul dislivello ci sono sempre dai 100 ai 200 m. di differenza su un dislivello (dato da Basecamp) di 700/800 m.
    Non chiedo qui una spiegazione ma vorrei sapere se qualcuno ha trovato le stesse differenze e se ha potuto riscontrare quale dei due programmi è + attendibile.
    Grazie a tutti.

    • Valerio Dutto


      Ciao Maria, quanto hai osservato è (purtroppo) del tutto normale. Tempo fa avevo provato a spiegare in questo commento il motivo. In futuro non mi dispiacerebbe approfondire l’argomento con un articoletto dedicato. In ogni caso se avessi dubbi fammi sapere. Ciao!


      • Grazie Valerio, dopo aver letto il tuo commento la cosa mi è un po’ più chiara. A questo punto ti chiedo se hai avuto modo di verificare quale tra Basecamp e Google earth sia più preciso.
        Nuovamente grazie.

        • Valerio Dutto


          Purtroppo non esiste in assoluto un algoritmo che sia più preciso: se ci fosse tutti lo utilizzerebbero 🙂 Il fatto è che dipende da caso a caso. Per farti un esempio estremo: magari uno è tarato per dare risultati più precisi su percorsi tendenzialmente in piano, mentre l’altro è tarato per avere imprecisioni minori su percorsi alpinistici. Per questo tendenzialmente mi fido di più di programmi pensati proprio per l’escursionismo/alpinismo come Basecamp (o Garmin Connect) rispetto a programmi generalisti come Google Earth. Ma la cosa importante da non dimenticare mai è che si tratterà in tutti i casi pur sempre di una stima, da prendere sempre cum grano salis.


  129. Complimenti per la recensione, sempre utilissime! Volevo porti una domanda: ma un etrex 30 con caricata la open street map, è possibile usarlo esempio come navigatore da macchina? Cioè è possibile scrivere gli indirizzi? E nel caso fosse possibile, riconosce sensi unici sensi vietati ecc ecc? Grazie!!


  130. Ho visto che su amazon l’etrex con trekmap e l’oregon 600 (con basemap mondiale) costano praticamente uguale. Per me avere carte già scaricate è importante, almeno in fase inziale (è il primo gps che comprerei e quindi non mi sento una esperta scaricatrice di mappe). Mi verrebbe quindi da dire che sia più conveniente prendere l’oregon 600 tenendo conto delle funzionalità dello stesso (sì, pesa un po’ di più e dura un bel po’ di meno, ma non vedo le due cose come impossibili da superare) . Però confesso che il dubbio che ho sta nel fatto che soffro molto il freddo alle mani e mi sembra di capire che incredibilmente il touch screen potrebbe per me rivelarsi un’arma micidiale per la salute delle mie dita (non vorrei dover anche comprare i guanti touch per il gps visto che di guanti buoni e caldissimi per ovvie ragioni già ne ho e li ho anche pagati caramente)…
    Quindi mi viene la seguente domanda. L’Oregon 600 non ha la possibilità di navigazione “non” touch screen (il touch screen lo userei solo a temperature umane per le mie mani)??? Scusate la domanda banale ma per me è importante!!!


    • Ciao Silvia io non so darti un consiglio sul GPS da acquistare xchè non conosco l’oregon 600. Io ho l’etrx30 e mi trovo bene. Unico consiglio è di non tener conto della cartografia che di danno compresa nel prezzo; trekmap che io ho comprato, non lo uso mai xchè incompleta almeno x le zone dove cammino io (Toscana). E’ abbastanza completa per l’alta Italia (Valle d’Aosta e Trentino) quindi vedi te dove pensi di usarla. Scaricare le mappe non è affatto difficile se segui le indicazioni (chiarissime) di questo sito. Basecamp poi è un software della Garmin che scarichi gratuitamente andando sul sito della Garmin e anche questo è un procedimento molto semplice.
      Spero di averti dato consigli utili.
      Buone passeggiate

    • Valerio Dutto


      Ciao Silvia, l’Oregon è un ottimo dispositivo e se le TrekMap sono “quasi” regalate ben vengano. Ma come detto anche da Maria in realtà se ne può fare a meno installando ottime (e in certi casi addirittura migliori) alternative gratuite. Detto questo, gli Oregon non sono come i display degli smartphone perché possono essere usati anche con i guanti (il touch screen è resistivo e non capacitivo). Ovvio che dovendo toccare delle iconcine sul display se i guanti hanno le dita sottili non c’è nessun problema, ma con guanti più ingombranti devi per forza di cosa sfilarli. Personalmente però non lo considero un grande problema, al punto da aver elencato tra i pro del dispositivo proprio la presenza del touch screen (che per sua natura rende la navigazione tra le schermate molto più agevole). Ti confermo invece che non esiste una navigazione non touch screen. Spero di esserti stato di aiuto, Valerio.


  131. Grazie Maria per il tuo prezioso commento… che mi fa capire che non devo dare eccessivo peso (in termini di valore aggiunto) alla dotazione delle maps dei suddetti GPS. Il che in ultima analisi mi farebbe tendere verso l’etrex ….congelamento mani excluded!!!!


  132. Grazie Valerio per il riscontro.
    Credo alla fine opterò comunque per l’E-trex (anche se l’Oregon mi piaceva assai come idea)…i miei guanti non sono sottili e l’idea di sfilarli di inverno mi è inaccettabile (perdo la sensibilità alle dita in due secondi che li sfilo già a zero gradi)!


  133. Buonasera,
    per prima cosa, vorrei complimentarmi per il sito, che è veramente interessante, preciso e curato con grande generosità.
    Proprio grazie a questa recensione, mi sono deciso a comprare -dopo diversi GPS specifici per running e bicicletta- l’eTrex30, che ho iniziato a utilizzare per due escursioni in montagna.
    Ho installato l’Open MTB dell’Italia e mi sto trovando veramente bene.
    Ora avrei una (prima?) domanda. All’accensione, ricevo il messaggio “Impossibile sbloccare la mappa”. Ho provato a disattivare le mappe preinstallate, ma il messaggio continua a comparire. Dopo che ho dato l’ok sparisce e il GPS funziona, quindi non si tratta di un problema grave, però mi incuriosisce la causa e, se possibile, vorrei eliminare questo messaggio.
    Potete gentilmente darmi una mano? 🙂
    Grazie e buon weekend!

  134. Massimo Fontana


    Buongiorno,
    Posseggo l’Etrex 30 da circa un anno e purtroppo le batterie enelopp mi durano a malapena due ore, pur con il display settato a zero nella retroilluminazione.
    Cosa sto sbagliando o quali sono le impostazioni per farlo consumare il meno possibile ?
    Grazie di un riscontro

    Massimo

    • Valerio Dutto


      Una durata del genere è assolutamente anomala. Ma sei sicuro che la colpa sia del dispositivo e non delle batterie che magari si sono danneggiate? Ti consiglierei per prima cosa di provare con un paio di normali alcaline nuove (anche per escludere che non si tratti del tuo caricatore…).

  135. Massimo Fontana


    Le batterie purtroppo sono nuove e ne ho diverse e tutte del tipo Enelopp ! utilizzo un caricabatterie quasi professionale che ho acqueistato su Amazon (Technoline BC 700). Adesso proverò con un paio di batterie nuove alcaline e a ricaricare le mie enelopp con un caricabatterie standard. Grazie della risposta.

    • Valerio Dutto


      Sia le Eneloop che il Technoline sono ottimi prodotti. Fa la prova con alcaline nuove, giusto per toglierti il dubbio. Se anche così la durata rimane bassa piuttosto manda l’eTrex 30 in assistenza…


  136. Credo che scriverò all’assistenza, chiedendo lumi, perchè questa sera in un’uscita in bici ho utilizzato due alkaline nuove e dopo 3 ore l’etrex si è spento. Purtroppo. Grazie del riscontro. E grazie delle dritte fondamentali che sfrutto da tempo !


  137. Buongiorno, ho acquistato da pochi giorni un etrex20 (ho saputo solo oggi che è in uscita la nuova versione!!!) lo uso prevalentemente per mtb e grazie alla vostra guida ho imparato molte cose.
    Mi rimane però difficile riuscire a seguire una traccia gpx scaricata…
    mi spiego meglio.
    Scarico la traccia, la copio nell’etrex e poi per seguirla la seleziono e la confermo.
    Mi compare nella mappa la traccia evidenziata ma non mi segnala, nel caso di sovrapposizione, se devo andare a dx o sx…..
    (classico giro a forma di otto)

    insomma non so mai quale direzione devo seguire….
    potete aiutarmi?

    senz’altro sto sbagliando qualcosa io, ma non ne esco fuori!

    maurizio
    ps
    la traccia di ieri l’ho fatta la prima parte bene e la seconda “nel senso contrario” e quindi megasalita in mtb (in realta doveva essere una discesa…..)


    • Ciao Maurizio, le tracce vengono segnate sul GPS ma non viene evidenziata nè la direzione da prndere nè le varie svolte. Io mi segno a ogni incrocio o svolta, un waypoint e poi inserisco il segnale di prossimità così tutte le volte che ci sono più strade da prendere il GPS mi suona. Altrimenti dovresti convertire la traccia in percorso (se hai basecamp lo fai direttamente da lì) e allora dovrebbe apparirti una freccia bianca che ti dice dove dirigerti. Questa però è una funzione che non uso praticamente mai quindi non so dirti se funziona perfettamente.
      Spero che qualcuno ti risponda in modo più preciso di come ho fatto io.
      SALUTI


  138. Grazie!!!!
    il problema è proprio riuscire a seguire le tracce che ha fatto qualcun altro…..

    proverò a convertire la solita traccia in percorso
    (non sapevo di questa possibilita)
    e quindi la seguo un’altra volta per vedere come si comporta.

    grazie 1000!!

    maurizio

  139. Guido Scarabosio


    Vorrei mettere sul mio Etrex 30 una scheda mini SD da 64 gb, è possibile?


  140. Ho problemi con la bussola è normale che in zone alberate non aggiornata direzione di navigazione.


  141. Un mio parere sull’Etrex 30: strumento fantastico, per MTB o trekking è INDISPENSABILE; è necessario “fare la mano” sulla gestione delle tracce, sul programma base camp, sulla conversione dei tracciati tramite gps visualizer per poter lavorare anche su google earth…insomma, non è una passeggiata ma alla fine avrete uno strumento davvero completo.

  142. Salvatore Aliperti


    Buongiorno, ho letto l’ottima recensione dell’etrex 30 e mi ha ottimamente impressionato. Premetto che sono un biker/escursionista ed ero fortemente orientato verso questo E30 (oppure l’evoluzione 30x) soprattutto per il supporto glonass e per la precisione quasi perfetta che avete confermato coi test.
    Poi in fase di acquisto mi “sono fatto convincere” per l’edge 810 che NON HA il supporto glonass e supporta l’altimetro barometrico.
    Questo è un ottimo strumento per ciclismo però l’unica pecca che denoto è la imprecisione dell’altimetro. Infatti sottostima sempre fra i 40 e 50 mt slm.
    Confrontandomi con altri amici con lo stesso dispositivo questi riportano tutti la stessa altezza con scarto di 1-2 metri. Quindi deduco che l’altimetro barometrico del mio dispositivo funzioni bene, alla pari degli altri 810.
    Sono certo della imprecisione perchè ho verificato sia con strumenti web (google earth) che con con cellulare (con gps status e oruxmap) che l’altezza della strada dove abito è 119-120mt slm mentre il garmin mi stima fra gli 80-90mt.
    Anche nelle escursioni, il calcolo dell’ascesa totale è sfalsata con scarti anche di 200mt dslv su distanze di 50km. Infatti quando carico la traccia su garmin connect, il correttore automatico poi aggiusta tutte le misure relative all’altimetria e quindi anche all’ascesa totale.
    Un amico mi ha detto che occorre tararlo, portandolo in riva al mare e agendo nelle impostazioni GPS , correggendo manualmente sull’altezza della posizione. l’ho fatto ma non ha avuto un miglioramento.
    Voi avete qualche consiglio? grazie.

    • Valerio Dutto


      Ciao Salvatore, effettivamente se conosci la quota precisa del punto in cui ti trovi puoi tarare l’altimetro barometrico dalle impostazioni (Sistema → GPS → Imposta quota), senza bisogno di recarti in riva al mare. Tuttavia non dovrebbe praticamente essere necessario perché l’altimetro barometrico viene continuamente tarato dall’altitudine ottenuta dal GPS (ne abbiamo parlato più in dettaglio qua). Una sottostima di 40/50 metri in effetti è tanta: ad esempio con l’Edge 510 avevamo rilevato una variazione massima di circa 20 metri (informazioni). Il fatto che l’ascesa indicata dal dispositivo sia non del tutto corretta invece mi stupisce meno, come avevo sintetizzato in risposta a questo commento. Ciao!

  143. Salvatore Aliperti


    Valerio, grazie della risposta e dei link.
    io ho trovato questo http://www.sportdevice.it/calibrare-altimetro-barometrico-in-un-garmin/ che in pratica funziona ma che mi suona come una “pezza” ad un difetto, passatemi il termine, del dispositivo che costa parecchio e dovrebbe essere uno strumento affidabile. sarei d’accordo se ci fosse un veloce cambiamento meteo (come successo ieri ad amalfi e mi stimava -50mt pur essendo quasi al livello del mare per poi tornare attendibile dopo il temporale)
    Sottolineo che utilizzando una normalissima app android ed il gps del cellulare, riesco ad avere una stima molto più precisa dell’altezza confrontandola ai dati che desumo da google earth.


  144. Ho l’etrex 30 ormai da un paio d’anni e direi di essere abbastanza contento del prodotto anche se devo dire che ci sono alcune cose che sinceramente non riesco a comprendere. Per es. il tempo necessario al gps per ricevere il segnale dai satelliti e diventare operativo (in alcuni casi anche un paio di minuti), e la necessità di dover calibrare bussola o altimetro.
    Io ho un gps inserito all’interno di uno smartphone nokia da poche decine di euro. Accendo lo smartphone ed il gps è operativo immediatamente e non c’è mai la necessità di doverlo calibrare. Perchè questa differenza? Grazie


    • Ciao Aldo. L’etrex 30 quando lo accendi impiega qualche minuto per ricevere il segnale dai satelliti. A differenza degli smartphone è però dotato dell’altimetro barometrico che lo rende eccezionalmente preciso nel misurare le quote e per questo motivo ha bisogno del tempo necessario per calibrarsi. Quando noi ci prepariamo per un’escursione lo accendiamo appena scesi dalla macchina. Il tempo occorrente per metterci gli scarponi e prendere lo zaino lo troviamo già pronto. Quasi mai dobbiamo calibrare l’altimetro e la bussola. L’unica cosa che facciamo prima di incamminarci è azzerare tutti i dati di navigazione precedente. Ciao


      • Grazie Valerio per la spiegazione. L’unica cosa che vorrei precisare è quando dici che quasi mai dobbiamo calibrare altimetro e bussola. Io, invece, sono solito calibrare la bussola praticamente ad ogni uscita. Nelle istruzioni dell’etrex è infatti indicato di calibrarla ad ogni sostituzione delle batterie, cosa, quest’ultima, che faccio normalmente, in quanto utilizzo batterie ricaricabili che dunque estraggo e ricarico ogni volta. Ti dirò che ho provato ad evitare la procedura della calibrazione, ma mi sono accorto che, non facendola, in parecchi casi l’indicatore di direzione (o per meglio capirci la freccia che appare nella funzione bussola quando la si utilizza per raggiungere un waypoint) sbaglia completamente nell’indicarmi la direzione corretta da seguire. Ed io, che per abitudine, sono solito utilizzare moltissimo l’indicatore di direzione vorrei che questo fosse il più preciso possibile. Sono ovviamente bene accetti tutti i suggerimenti che vorrai darmi per un miglior utilizzo del gps. Grazie ancora. Aldo


        • Ciao Aldo, sono sicuro che stai utilizzando al meglio il tuo GPS. Anche noi ricarichiamo ogni volta le batterie prima di ogni escursione, seppure con le Eneloop la durata si prolungherebbe per almeno due escursioni. Per quanto riguarda la quota dell’altitudine notiamo sempre che il nostro GPS è molto preciso (possono essere pochi metri di differenza che poi compensiamo). Per quanto riguarda la bussola ci è capitato solo alcune volte di doverla calibrare.
          Un suggerimento, cosa che senz’altro anche tu farai, è di scaricare ogni volta la traccia per poi ripartire sul pulito.
          Ciao e buone escursioni!!!


  145. Volevo chiedere un’ultima cosa. Sono solito trasferire e salvare sul pc tutti i vari waypoint e le varie tracce tramite Basecamp. Una volta salvati sul pc è possibile trasferire tutti questi dati su un hard disk esterno? grazie mille.


    • Certo.
      Su Basecamp selezioni le tracce, waypoint, cartelle ecc. che vuoi esportare, vai in alto a dx e clicchi su File-Esporta e poi selezioni dove vuoi esportare (se hai collegato un hard disk selezioni quello) e poi dai ok.


  146. grazie Maria, sei stata gentilissima. Purtroppo però, nonostante tutti i tentativi fatti, non riesco a copiare e trasferire nulla. Con la precedente versione di Basecamp riuscivo a fare praticamente tutto. Dopo l’ultimo aggiornamento del programma, fatto ad inizio estate, non riesco però più a fare nulla. Non riesco per es. a selezionare tutti i waypoint, ma solo un singolo waypoint per volta. E quando cerco di “esportarlo” me lo fa fare, ma me lo esporta in un formato che il pc non è poi più in grado di leggere. Sicuramente sbaglio io, visto che informaticamente parlando, sono un disastro. Avevo anche provato a chiedere al supporto della Garmin ma mi avevano detto che secondo loro la cosa non era fattibile. Peccato che con la vecchia versione riuscissi a far tutto. Pazienza. Grazie comunque e scusa per il disturbo.


    • Guardiamo se riesco ad esserti di ulteriore aiuto.
      Prima cosa io di Basecamp ho la versione 4.5.1.
      Se vuoi selezionare unpiù di un percorso e di waypoint devi tenere il tasto Ctrl premuto mentre selezioni i dati che vuoi esportare (se sono una lista di dati consecutivi puoi anche selezionare il primo e tenendo premuto il tasto delle maiuscole seleziona l’ultimo, ti verranno evidenziati tutti quelli compresi tra il primo e l’ultimo) poi procedi come descritto prima e salvali sul tuo hart disk (dovrebbero essere salvati in formato GPX) quando li vuoi aprire usa la funzione APRI CON e scegli il programma Basecamp o se preferisci e ce l’hai installato sul tuo PC con Google earth. O altri programmi se ce l’hai.
      Fammi sapere se ci riesci altrimenti prova a disinstallare basecamp e installarlo nuovamente.


  147. Gent.ma Maria, ho disinstallato e reinstallato Basecamp e adesso riesco se non altro a selezionare le cose che intendo esportare e quindi copiare. Il problema è che in automatico non me li salva in formato GPX ma in Adobe Reader. E da qui non vado più avanti perchè mi dice che non è possibile aprire il file perchè non supportato e non mi da opzioni di scelta. Credo proprio di esagerare e farti perdere troppo tempo. Scusami ancora.


    • Sinceramente non riesco proprio a capire cosa ti sia successo, forse il problema non è Basecamp ma il tuo PC? xchè che ti salvi un file direttamente come PDF (che poi lo apri con adobe) è molto strano. Che sistema operativo hai sul tuo PC? xchè se hai ancora il vecchio Windows XP non so proprio aiutarti xchè può essere che non supporti + alcuni programmi essendo un sistema operativo obsoleto. A questo punto potresti provare a chiedere direttamente all’assistenza di Windows http://answers.microsoft.com/it-it/windows?auth=1 questo dovrebbe essere il link che ti fa accedere alla Community dover poter porre domande.
      Può essere comunque che una risposta + precisa e giusta della mia ci sia e quindi spera che qualcuno legga la tua domanda e ti risponda con + esattezza.
      Purtroppo non so aiutarti ulteriormente.


  148. Ho Windows 7, e a questo punto penso proprio sia un problema del mio Pc. Cercherò di farmi risolvere il problema da qualche amico che ne capisca un pò più del sottoscritto in materia di informatica. Ti ringrazio comunque tantissimo e mi scuso nuovamente per il disturbo.


  149. ciao,

    sono un possessore di Etrex30 da ormai due anni e ho sempre usato il dispositivo per escursioni in MTB. Ho notato però che nell’utilizzo escursionistico i tempi in sosta e tempi in movimenti non sono reali forse a causa delle velocità differenti tra le escursioni a piedi e le escursioni in mtb. In particolare i tempi in sosta sono molto alti nelle escursioni a piedi come se la bassa velocità lineare considerasse il garmin “fermo”. La cosa non succede invece in MTB dove le velocità sono maggiori e i tempi sono più regolari.
    C’ è modo di intervenire sulle impostazioni?
    Grazie per i consigli che mi vorrete dare.

    Giuseppe

    • Valerio Dutto


      La tua supposizione è corretta. Semplificando al massimo, tempo in sosta e tempo in movimento sono stimati sulla base della velocità a cui ti stai muovendo: se è al di sotto di una certa soglia per il dispositivo è come se fossi fermo. Questo è necessario perché il GPS è intrinsecamente impreciso (maggiori informazioni), per cui anche quando sei perfettamente fermo in realtà per lui ti stai muovendo di qualche metro in un certo raggio intorno a dove ti trovi. Per questo motivo un’impostazione non sarebbe comunque efficace e non potrebbe risolvere il problema. In altre parole, tempo in sosta e tempo in movimento sono tanto più affidabili quanto più ti stai muovendo velocemente. A piedi, durante escursionismo o alpinismo, dove c’è molto sviluppo anche in verticale, purtroppo c’è poco da fare e sostanzialmente puoi… ignorarli 🙂


  150. Buongiorno sono Damiano, l’ etrex 30 lo uso da alcuni anni e posso dire che sono molto soddisfatto. Personalmente lo trovo anche facile da usare peccato però che non ha la funzione per visualizzare la pendenza in salita quando si va in bicicletta .


  151. Salve, ho un etrex 30.
    Il mio problema è che non riesco a inviare al dispositivo un percorso da me creato su garmin connect.
    Ho scaricato ed installato l’ultima versione di garmin express ed ho installato il dispositivo, correttamente rilevato da express.
    Da Garmin connect dopo aver creato un percorso clicco su “invia al dispositivo” ma l’etrex 30 non viene rilevato, come mai ?
    Ho pure scaricato il plugin garmin communicator ma nulla.
    Ho effettuato l’operazione sia con W7 che col MacBook ma il risultato è lo stesso.
    Qualcuno ha la soluzione ?
    Grazie


  152. Ciao a tutti e davvero complimenti per le preziose informazioni che mettete a disposizione.
    Ho da poco acquistato l’Etrex30 e davvero mi ci raccapezzo poco… innanzitutto non capisco perché il dispositivo , durante il tracciamento, inserisca a suo piacimento dei waypoint (icona con bandierina) senza che io faccia nulla… e, sempre a suo piacimento, mi fa apparire la schermata del “vai a…” con la frecciona bianca… indicandomi già la via del ritorno…
    Sono io che inavvertitamente tocco qualcosa? Certo che è davvero una grave mancanza non aver messo un blocca tasti e un “play-stop”!
    Grazie anticipatamente.
    Daniele


  153. Ciao,
    io ho il seguente problemino: carico la traccia gpx sul garmin, lo accendo, vado nel track manager, faccio visualizza mappa, scelgo “vai a”.
    La traccia viene correttamente visualizzata ma, a volte, dopo un paio di minuti sparisce. E mi tocca fare back, andare di nuovo su track manager e rifare tutto il procedimento per vederla nuovamente.
    Capita anche 2 o 3 volte di fila…
    A qualcun altro è mai capitato un problema simile?

    Grazie,
    Silvia


    • Ciao a me è capitato di peggio ………… non mi carica più le tracce salvate durante le escursioni e nn riconosce neanche la scheda SD…… che dire? Hai risolto?


      • Ciao a entrambi, da quello che posso capire i vostri GPS forse hanno bisogno di essere resettati. Tempo fa a me è successo che quando collegavo il GPS al PC con inserita la SD, il PC non riconosceva il GPS e inoltre controllando lo stato della memoria con il programma Garmin express mi dava la memoria piena nonostante cancellassi via via tutte le tracce. Potrei consigliarvi 1° di controllare lo stato di memoria (avete sul vs. pc il programma Garmin express?) eventualmente lo trovate a questa pagina: http://software.garmin.com/it-IT/express.html
        Se vedete che la memoria è satura e non riuscite a cancellarla potete provare a resettare il GPS ma attenti che vi cancella tutti i vs. dati e tutte le impostazioni che una volta finita la procedura dovrete risettare.
        La procedura che vi allego mi è stata inviata direttamente dal centro assitenza Garmin purtroppo ci sono anche delle figure che non riesco a far apparire in questa mail. Se qualcuno mi sa dire come fare a mettere allegati nelle risposte in questo sito provvederò a mandarvi le procedure con anche i disegni altrimenti spero siano sufficienti quelle scritte.
        Spero che possano servire. A me, una volta fatto il reset, funziona tutto perfettamente.
        Fatemi sapere……

        DA ESEGUIRE CON PC WINDOWS (NON COMPATIBILE CON MAC)
        La invito a ripristinare lo strumento ed il suo contenuto procedendo come segue:
        – IMPORTANTE: non scollegare il dispositivo fino alla fine della procedura
        – Aprire da Start “Risorse del computer” ed eseguire una formattazione in formato FAT32 dell’unità corrispondente al dispositivo
        – Terminata l’operazione si colleghi all’url indicato di seguito, copiando ed incollandolo in alto nella barra degli indirizzi di risorse del computer : ftp://user104:1XxKeMLb@89.31.74.151 come da immagine sotto riportata dove vede evidenziato in giallo , fatto ciò poi prema invio compariranno tutte le cartelle come puo vedere nella seconda immagine (eventualmente entri prima di tutto nella cartella user104)

        – Entri nella cartella che fa riferimento all’area di competenza del suo prodotto -> Backup Strumenti – successivamente dovrà copiare la cartella su desktop, scompattarla se zippata, poi copiare tutto il contenuto di tale cartella sulla cartella garmin del suo strumento che ha formattato inizialmente , terminata l’operazione di copiatura stacchi il dispositivo dal pc e lo provi.


  154. Ciao grazie per l’attenzione, pultroppo l’ho mandato in assistenza ma mi è tornato con gli stessi difetti, adesso l’ho rimandato ma nn mi hanno fatto sapere ancora nulla, spero che lo sostituiscono .


  155. Salve, vorrei sapere perché nelle mappe Worldwide Dem Basemap. NR e TrekMapItaliaV4 PRO che ho caricato nel mio etrex 30 non viene visualizzato il numero dei sentieri CAI così come invece accade negli etrex dei miei compagni.
    Dove sbaglio? Grazie per la consulenza


  156. Ciao a tutti
    Vi comunico un inconveniente che mi è capitato sul mio etrex 30
    All’improvviso l’altimetro barometrico è impazzito, ha cominciato a buttare numeri alti, è andato su e giu per un po’ poi si è bloccato a metri 20.000. Ho visto che il barometro segna pressione zero virgola zero-zero. L’altimetro del gps funziona ccorrettamente.
    A voi è mai successo un inconveniente simile? Grazie per la risposta. Elio


  157. Salve, ho da poco un etrex 30 e sto uscendo matto per via della mia scarsa esperienza e attitudine tecnologica. ho scaricato da wikiloc una traccia da percorrere in mtb. questa traccia si trova a diverse decine di km di distanza da casa mia ed io non riesco a capire come devo fare per impostare il garmin affinchè mi conduca fino al punto iniziale della traccia scaricata. Mi spiego meglio. riesco a visualizzare la traccia scaricata ma per arrivarci il garmin mi segna delle linee rette indicando solo i paesi che devo attraversare per arrivarci senza indicarmi il percorso preciso. in sintesi non riesco ad usare il garmin come navigatore per arrivare da casa mia al punto iniziale della traccia scaricata. perchè? come posso ovviare a questo problema? grazie mille Emanuel


  158. Ciao Valerio

    Sono sempre Rino dal Belgio..
    Puoi spiegarmi la diferenza tra pressione athmosferica e pressione barometrica nel mio etrex 30..?? per me e la stessa cosa ma perche ce una differnza tra i due?
    Grazzie
    cordialmente Rino

    • Valerio Dutto


      Ciao Rino, la pressione barometrica è “la pressione corrente calibrata”, mentre la pressione atmosferica è “la pressione ambiente non calibrata” (ovvero della colonna d’aria sopra di noi). In altre parole, la pressione barometrica è la pressione misurata al livello del mare che viene usata per calcolare la quota in funzione della pressione atmosferica. Se ti interessa, puoi trovare più dettagli in questo documento. Spero di esserti stato di aiuto!


  159. Grazzie Valerio adesso comprendo meglio
    Ciao Rino


  160. ciao a tutti. Ho un problema con l’etrex 30. Non riesco più ad impostare la lingua italiana, non me la da. Poi è sparita la OpenStreetMap installata due anni fa. Ho appena fatto l’aggiornamento del software ma nessun risultato (non so se la mappa si è cancellata prima o dopo aver fatto l’aggiornamento). Collegandolo al pc mi spunta un messaggio che dice “disco non trovato” ma in realtà funziona.


  161. aggiungo altre info sui problemi: aprendo le cartelle del garmin dal pc, sia l’open street map che le lingue ci sono ma non si visualizzano accendendo il gps, neanche nelle impostazioni. Ho anche provato a reinstallare l’open street map ma è apparsa un altra scritta collegando il gps al pc: il dispositivo è coperto da scrittura, rimuovere la scrittura per poter usare MapInstall. Ho fatto anche reset ma niente.
    Che devo fare?


    • Come hai fatto il reset? A febbraio ho già scritto come fare a resettare il GPS con le indicazioni che mi ha mandato il centro assistenza Garmin e che a me ha risistemato bene l’apparecchio. Prova a farlo anche te.
      Altrimenti a mio modesto parere, mi pare che sia guasto e forse sarebbe bene sentire l’assistenza.


  162. Il reset che hai descritto tu non ho capito come si fa. Invece, ho piggiato la funzione reset sulle impostazioni senza successo.
    Comunque ho in parte risolto, sono riuscito ad reinstallare l’Open Street Map e la lingua italiana, anche grazie a Garmin express. Quindi funziona tutto ma quando lo collego spunta sempre quel messaggio “disco non trovato” che si toglie solo dopo averci cliccato una trentina di volte. Avevo scritto anche alla Garmin ma ancora non mi hanno risposto. Maria puoi mandarmi i dettagli di quella mail che ti hanno inviato? anche privatamente se ti va a giovanni.cumbo@gmail.com
    Grazie!


    • Le spiegazioni che ho sono quelle che ho precedentemente descritto. Solo che nel foglio che mi ha mandato Garmin ci sono anche delle figure che in questo sito non riesco a riportare quindi ti mando una mail sul tuo indirizzo privato.
      Se poi qualcuno sa dirmi come riportare un allegato pdf o word nelle risposte di questo sito lo invio a tutti più che volentieri.


  163. Ciao,
    innanzitutto complimenti per la fantastica recensione!!
    Volevo sapere se avevate qualche idea su un problema che ho riscontrato sul mio etrex 30.
    Premesso che lo uso già da qualche anno, ultimamente mi si sta presentando un problema (che ho visto che anche una ragazza ha avuto ma nessuno le ha risposto):
    quando imposto “dove si va” mi indica sempre il percorso in linea retta, ma a me servirebbe che seguisse un sentiero, ma se uso un altro metodo che non sia la linea retta mi dice che non riesce a calcolare il percorso… avete dei suggerimenti da darmi? grazie


    • Come carichi il percorso sul GPS? o meglio, lo crei da basecamp e poi lo invii al dispositivo?
      Ti dico come faccio io.
      Innanzitutto uso sempre le tracce xchè con i percorsi spesso anch’io ho trovato problemi.
      Allora creo un percorso (e poi lo trasformo in traccia) o direttamente una traccia su basecamp e poi lo invio al dispositivo. A questo punto quando imposti “dove si va” selezioni tracce e poi gli dici vai, così, almeno a me, ha sempre funzionato bene.


      • Ok, grazie mille allora alla prima occasione utile proverò questo metodo anche se così diventa più macchinoso e scomodo. Col mio metodo non c’era bisogno di alcun preparativo priva della gita, ma semplicemente giunti alla partenza impostargli la destinazione e l’etrex oltre a registrare faceva da “navigatore”.

        Grazie ancora per la risposta.


        • Scusa avevo capito male il problema, pensavo tu volessi seguire un percorso sul GPS precedentemente creato e allora ti consigliavo di trasformarlo in traccia.
          Diversamente se vuoi raggiungere una destinazione sia che sia un waypoint che hai sul GPS sia che sia un luogo che ricerchi direttamente dal GPS, una volta selezionato gli dici VAI poi torni su DOVE SI VA e RICALCOLA SU STRADA. A questo punto il dispositivo comincia il calcolo e ti crea il percorso. Potrebbe esse che se il punto di partenza e il punto di arrivo sono molto distanti tra loro (es. Firenze e Milano) non ce la faccia a fare il calcolo. Fai prima una prova tra due punti vicini, se l’anomalia persiste può essere dovuta a un guasto del GPS. Puoi provare a resettarlo (come ho spiegato precedentemente). Con il reset molti problemi si risolvono specialmente se il GPS non è nuovissimo.
          Spero di esserti stata d’aiuto.


          • Ciao, sì è esattemente questo quello che volevo fare io…non credo sia un problema di distanza delle destinazioni (si tratta di rifugi raggiungibili in 6 ore di cammino massimo)..io vedo che inizia il calcolo percorso..la percentuale avanza e poi si interrompe e dice errore calcolo percorso. Ho provato a farlo con percorsi raggiungibili con delle “strade carrozzabili” e funzionza..quindi è come se avesse perso i sentieri però la mappa Garmin TrekMap Italia v3 è attiva. Proverò a resettarlo con la procedura che hai detto tu e ti saprò dire.

            Ancora grazie


  164. CLAUDIO.
    a Aprile 2017 ho intenzione di percorre il cammino di Santiago da Siviglia a Finiste re circa 1120 km. Ho intenzione d’acquistare al + presto un E trex 30 . la cartografia della Spagna e in particolare di questo cammino , dove la trovo e quanto costa.
    grazie mille


  165. Ciao, sì è esattemente questo quello che volevo fare io…non credo sia un problema di distanza delle destinazioni (si tratta di rifugi raggiungibili in 6 ore di cammino massimo)..io vedo che inizia il calcolo percorso..la percentuale avanza e poi si interrompe e dice errore calcolo percorso. Ho provato a farlo con percorsi raggiungibili con delle “strade carrozzabili” e funzionza..quindi è come se avesse perso i sentieri però la mappa Garmin TrekMap Italia v3 è attiva. Proverò a resettarlo con la procedura che hai detto tu e ti saprò dire.

    Ancora grazie

    • Maria Matteini


      Prima di resettare hai verificato che su TrekMap dal punto di partenza al punto di destinazione siano segnati sentieri? anch’io ho e usavo trekmap italia ma è veramente scadente nonostante sia a pagamento (e neppure economico!!!!). Ti consiglio di disattivarlo e scaricare o OSM o openmtbmap (trovi tutte le istruzioni su questo sito) e usare una delle due mappe (se vuoi puoi scaricarle entrambe sia su GPS che su Basecamp) che sono molto più complete e con molti sentieri in più. Poi riprova a a immettere una destinazione sul GPS e vedere se ti crea il percorso.
      Fammi sapere


      • Ciao, ho verificato la presenza del sentiero ma niente non funziona lo stesso. Ho resettato il dispositivo con la procedura descritta ma niente, ho aggiornato il software all’ultima versione e ho scaricato e installato openmtbmap.
        Con quet’ultima funziona però essendo più completa è molto più lenta e quindi il risultato non è il massimo. Comunque grazie mille per il supporto e i vari consigli.


  166. Ciao Valerio volevo parlarti di un problema che mi è capitato con un etrex 30 garmin,
    per 2 volte consecutive , cioè : percorrendo lo stesso percorso , in tutte due le volte mi sbaglia non di poco la traccia percorsa , in poche parole i km , mantenendo regolari gli altri valori , grazie

    • Valerio Dutto


      Ciao Sergio, se l’errore è contenuto diciamo in un margine di +/− 10% siamo nella normale precisione raggiungibile attraverso il GPS.


  167. Grazie mille Valerio e buon anno , ma purtroppo l’errore non era come dici tu minimo ma direi quasi il doppio della distanza percorsa ,allora da profano mi chiedo : avendo impostato GPS+GLONASS non è che magari in certe situazioni possono lavorare separati ?


  168. Ciao a tutti mi chiamo Stefano, io ogni volta che accendo il gps mi registra il percorso un opzione scelta da me, ora mettiamo il caso che io mi perda e dopo tanti giri riesco a tornare a casa, una volta registrato e salvato la traccia corrente, riportandola sul pc e magari usando google maps o heart o altri programmi posso risalire alla zona dove mi sono perso?


    • Ciao Stefano basta che, appena ti accorgi di esserti perso, registri un waypoint (come fare dipende dal GPS che hai) e così quando scarichi la mappa sul PC puoi vedere dov’è il waypoint che corrisponde al posto dove ti sei perso.

Il tuo commento